Le immagini satellitari rivelano il percorso delle forze israeliane verso Gaza

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Mentre l’offensiva di terra israeliana a Gaza iniziava sul serio, carri armati e veicoli blindati hanno fatto irruzione nell’enclave costiera attraverso le brecce nel muro di confine che la circonda.

Da quando ha lanciato la sua incursione nel fine settimana, l’esercito israeliano ha mantenuto la bocca chiusa su quante truppe ha impegnato nella sua più grande operazione degli ultimi anni, e su dove si trovino ora.

Ma le immagini satellitari pubblicate da Planet Labs mostrano un’invasione significativa: decine di veicoli blindati si trovano ora ad almeno 5 km all’interno del territorio alla periferia settentrionale della capitale della Striscia di Gaza, Gaza City, pronti ad avanzare più in profondità verso il centro di potere politico e militare di Hamas.

Israele è entrato a Gaza – che è controllata da Hamas dal 2007 – da numerosi punti del nord e dell’est.

L’immagine qui mostra la spinta verso Gaza da nord-ovest. Dopo aver sfondato il muro della barriera in almeno sei punti, le tracce dei veicoli mostrano come le colonne israeliane tagliano i terreni agricoli scarsamente popolati a sud del confine, prima di farsi strada più in profondità all’interno di Gaza verso le aree più popolate.

L’immagine mostra anche i segni del feroce bombardamento aereo a cui Israele ha sottoposto Gaza da quando, tre settimane fa, i militanti di Hamas hanno lanciato l’attacco più mortale mai realizzato contro Israele. Gli edifici sembrano essere stati danneggiati e i campi sono segnati da numerosi grandi crateri.

Mappa satellitare del nord di Gaza che mostra il punto di ingresso delle truppe israeliane e segni di danni causati dagli attacchi aerei

Più a sud, la distruzione causata dai bombardamenti israeliani è più intensa. Gli edifici, incluso un resort sulla spiaggia, sembrano essere stati danneggiati e numerosi crateri sono stati fatti esplodere nel terreno.

See also  Mercato azionario oggi: le azioni mondiali crollano mentre aumentano le preoccupazioni per la guerra tra Israele e Hamas e i rendimenti elevati

Secondo funzionari sanitari palestinesi, più di 8.500 persone sono state uccise a Gaza e più di 21.500 ferite da quando Israele ha iniziato a bombardare il territorio in risposta all’attacco di Hamas del 7 ottobre, che ha ucciso più di 1.400 persone in Israele e ne ha ferite più di 5.350. .

L’esercito israeliano ha detto martedì che le truppe stavano “conducendo feroci battaglie contro i militanti di Hamas nel profondo della Striscia di Gaza” mentre attaccavano “centinaia” di obiettivi di Hamas, senza fornire dettagli sui luoghi dei combattimenti.

Funzionari di Hamas e della Jihad islamica palestinese, un gruppo militante più piccolo, hanno detto al Financial Times che decine di carri armati israeliani hanno cercato di avanzare sotto copertura aerea nel nord-ovest di Gaza e nel sud della città di Gaza in mezzo a feroci battaglie.

L’immagine aerea, di una fase precedente dei combattimenti di lunedì mattina, mostra che dozzine di carri armati e veicoli blindati israeliani avevano già raggiunto località nel nord-ovest di Gaza, a circa 3 km a sud del confine.

Mappa satellitare del nord di Gaza che mostra il punto di ingresso delle truppe israeliane e segni di danni causati dagli attacchi aerei

La terza immagine mostra i carri armati e i veicoli blindati israeliani appena a nord dell’area di Karama, a nord di Gaza City, lunedì mattina.

Il ministero degli Interni di Gaza, controllato da Hamas, ha dichiarato martedì che le forze israeliane hanno raggiunto l’area di Karama e hanno anche posizionato carri armati su via Salah al-Din, il principale asse interno nord-sud dell’enclave.

Ha aggiunto che gli israeliani stanno “cercando di separare il nord di Gaza dal sud”, in vista di un previsto tentativo da parte di Israele di avanzare più in profondità nella città di Gaza.

Prima dell’invasione di terra, Israele ha ripetutamente ordinato agli abitanti di Gaza di lasciare il nord del territorio e dirigersi a sud. Secondo le Nazioni Unite, più di 1,4 milioni di persone sono state sfollate a Gaza dall’inizio della campagna di bombardamenti israeliani, con quasi 672.000 rifugiati in 150 strutture delle Nazioni Unite. Il numero medio di sfollati per rifugio è più di tre volte superiore alla capacità prevista, ha affermato l’ONU.

See also  Western Potash Corp. riceve un investimento di 5 milioni di dollari canadesi da Vantage Chance Limited

L’immagine satellitare mostra anche il prezzo devastante che la guerra ha avuto sulle parti più edificate di Gaza, con dozzine di crateri nelle aree residenziali e un intero quartiere che sembra essere stato distrutto.

Stai vedendo un’istantanea di un grafico interattivo. Ciò è molto probabilmente dovuto al fatto che sei offline o che JavaScript è disabilitato nel tuo browser.

Ulteriori rapporti di Mai Khaled a Gaza e Alan Smith a Londra

Leave a Comment