L’FBI indaga su presunti abusi nell’edificio della polizia di Baton Rouge chiamato “Brave Cave”: NPR

In questa immagine dal video della telecamera del dipartimento di polizia di Baton Rouge, gli agenti interagiscono con Jeremy Lee all’interno di un magazzino a Baton Rouge il 9 gennaio 2023. Lee ha citato in giudizio il dipartimento nell’agosto 2023 sostenendo che gli agenti avevano abusato di lui nel magazzino della polizia soprannominato “Brave Cave”. .”

Dipartimento di polizia di Baton Rouge tramite AP


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Dipartimento di polizia di Baton Rouge tramite AP


In questa immagine dal video della telecamera del dipartimento di polizia di Baton Rouge, gli agenti interagiscono con Jeremy Lee all’interno di un magazzino a Baton Rouge il 9 gennaio 2023. Lee ha citato in giudizio il dipartimento nell’agosto 2023 sostenendo che gli agenti avevano abusato di lui nel magazzino della polizia soprannominato “Brave Cave”. .”

Dipartimento di polizia di Baton Rouge tramite AP

L’FBI ha detto venerdì di aver aperto un’indagine sui diritti civili sulle accuse contenute in recenti cause legali secondo cui la polizia di Baton Rouge, in Louisiana, avrebbe aggredito sospetti di droga detenuti in un oscuro magazzino noto come “Brave Cave”.

In un caso, un uomo dice di essere stato portato al magazzino e picchiato così duramente da aver bisogno di cure ospedaliere prima di essere mandato in prigione. In un altro, una donna afferma di essere stata perquisita, con un agente che ha utilizzato una torcia per scansionare il suo corpo.

Dopo la presentazione della prima denuncia, il mese scorso, il sindaco della città ha ordinato la chiusura della struttura, il dipartimento di polizia ha sciolto la sua unità per i crimini di strada e l’ufficiale al centro delle accuse, il figlio di un attuale vicecapo, si è dimesso ed è stato arrestato il una semplice ricarica della batteria.

See also  Mercato azionario oggi: Wall Street fatica mentre le preoccupazioni per la guerra si scontrano con la speranza di profitti più forti

Funzionari dell’FBI hanno confermato venerdì che l’agenzia ha aperto un’indagine sulla base di “accuse secondo cui membri del dipartimento potrebbero aver abusato della loro autorità”.

Quest’ultimo scandalo si aggiunge a un lungo elenco di accuse di corruzione e cattiva condotta che affliggono il dipartimento di polizia di Baton Rouge, che è stato sottoposto a un attento esame in seguito alla sparatoria mortale da parte della polizia del 2016 di Alton Sterling, un uomo di colore di 37 anni. Nel 2021, un’indagine per corruzione nella divisione narcotici del dipartimento ha portato ad accuse penali e disciplina interna contro agenti accusati di aver rubato droga dalle prove e di aver mentito sui rapporti della polizia.

Il capo della polizia di Baton Rouge Murphy Paul, che è stato assunto per guidare l’agenzia in seguito all’omicidio di Sterling, ha detto di essere così preoccupato per le recenti affermazioni sul magazzino che si è recato alla divisione sul campo dell’FBI di New Orleans e ha chiesto loro di esaminare le accuse.

“Sono stati commessi alcuni errori”, ha detto Paul all’Associated Press, riconoscendo che la sua divisione affari interni inizialmente non aveva indagato. “Ti prometto che arriveremo fino in fondo a questa faccenda.”

La causa più recente, che gli avvocati hanno intentato all’inizio di questa settimana per conto di Ternell Brown, sostiene che gli agenti l’hanno fermata a giugno, l’hanno portata nello stesso “sito nero” e l’hanno perquisita per “contrabbando”. È stata rilasciata senza accuse quando gli agenti hanno concluso che i farmaci da prescrizione in suo possesso erano legali.

See also  Il governo giapponese chiede a un tribunale di revocare lo status religioso legale della Chiesa dell'Unificazione

I suoi avvocati hanno scritto nella causa che stanno ancora imparando “tutto l’orrore di ciò che l’unità per i crimini di strada ha fatto lì… Anche coloro che non sono stati picchiati nel magazzino delle torture, ora lo sappiamo, sono stati ancora umiliati sessualmente”.

L’ufficiale che si è dimesso, Troy Lawrence Jr., è stato oggetto di numerose cause legali sui diritti civili e denunce per l’uso eccessivo della forza negli ultimi anni. Suo padre, Troy Lawrence Sr., è stato promosso a vice capo nel 2020 dopo aver comandato l’unità per i crimini di strada, che era l’acronimo BRAVE, per Baton Rouge Area Violence Elimination.

Non era chiaro venerdì sera se Lawrence Jr. avesse un avvocato che potesse commentare a suo nome. Un’e-mail inviata al sindacato di polizia in cerca di commenti venerdì scorso non ha ricevuto risposta immediata.

Secondo una causa intentata il mese scorso, ha ripetutamente spento e silenziato la telecamera durante le sue interazioni con Jeremy Lee, il sospettato che è finito ricoverato in ospedale con ossa rotte e altre lesioni. All’interno del magazzino, gli agenti lo hanno preso a pugni e calci mentre gridava aiuto, sostiene la causa. Dopo essere stato interrogato e arrestato violentemente, l’unica accusa penale perseguita contro Lee è stata quella di resistenza all’arresto.

Poco dopo la causa di Lee, il sindaco di Baton Rouge Sharon Weston Broome ha ordinato la chiusura del magazzino, dicendo che in precedenza non era a conoscenza dell’esistenza della struttura.

“La gravità di queste accuse mi preoccupa profondamente, soprattutto considerando il potenziale impatto sulla fiducia che la nostra comunità ripone in noi”, ha affermato Broome.

See also  Un alto funzionario militare statunitense dubita che la Cina voglia invadere Taiwan

Thomas Frampton, un avvocato che rappresenta sia Lee che Brown, ha detto che la sua squadra ha sentito decine di altre persone che denunciano abusi all’interno del magazzino e hanno intenzione di intentare ulteriori azioni legali.

“Questo tipo di condotta scorretta è così radicata che la gente aveva pochi motivi per aspettarsi un qualsiasi tipo di cambiamento positivo”, ha detto, lodando la decisione dell’FBI di avviare un’indagine.

Leave a Comment