L’India impone un prezzo minimo all’esportazione di 800 dollari per tonnellata per la cipolla

L'India impone un prezzo minimo all'esportazione di 800 dollari per tonnellata per la cipolla

I prezzi delle cipolle sono ulteriormente aumentati fino a Rs 65-80 al kg nel mercato al dettaglio di Delhi, dove l’offerta è inferiore

Nuova Delhi:

Sabato il governo ha imposto un prezzo minimo all’esportazione (MEP) di 800 dollari per tonnellata sulle esportazioni di cipolle fino al 31 dicembre di quest’anno, con l’obiettivo di aumentare la disponibilità della verdura sul mercato interno e contenere i prezzi.

La decisione entrerà in vigore dal 29 ottobre.

Inoltre, il governo ha anche annunciato l’approvvigionamento di ulteriori 2 lakh tonnellate di cipolla per il buffer, oltre alle 5 lakh tonnellate già procurate.

L’eurodeputato è presente per tutte le varietà di cipolla, ad eccezione delle cipolle Bangalore Rose e Krishnapuram; e per tagliare, affettare o spezzare in polvere.

“L’esportazione di cipolle è gratuita. Fino al 31 dicembre 2023 è imposto un importo FOB di 800 dollari FOB (franco a bordo) per tonnellata per tonnellata”, ha affermato in una notifica la Direzione generale del commercio estero.

Una dichiarazione ufficiale afferma che questa misura aiuterà a mantenere una disponibilità sufficiente di cipolla per i consumatori domestici a prezzi accessibili, poiché la quantità di cipolla Rabi 2023 immagazzinata sta diminuendo.

L’eurodeputato di 800 dollari per tonnellata si traduce in circa 67 rupie al kg.

La cipolla proveniente dal buffer è stata smaltita ininterrottamente dalla seconda settimana di agosto nei principali centri di consumo di tutto il paese e fornita anche ai consumatori al dettaglio a Rs 25 al kg tramite furgoni mobili gestiti da NCCF e NAFED.

“Fino ad oggi sono state smaltite dal buffer circa 1,70 lakh di tonnellata di cipolla. L’approvvigionamento e lo smaltimento continui delle cipolle dal buffer sono intrapresi per moderare i prezzi per i consumatori, garantendo allo stesso tempo prezzi remunerativi ai coltivatori di cipolle”, si legge nella nota.

See also  Bitcoin si avvicina ai 31.000 dollari. Ecco le ragioni del suo recente boom

La notifica della DGFT ha aggiunto che alcune partite di cipolle potranno essere esportate senza MEP e che sono incluse le partite che sono state consegnate alla dogana prima di questa notifica e registrate nel loro sistema.

Spedizione di cipolle che è entrata nella stazione doganale per l’esportazione prima di questa notifica ed è registrata nei sistemi elettronici del custode interessato della stazione doganale con prova verificabile della data e dell’ora di tali merci che sono entrate nella stazione doganale prima dell’emissione di questa è consentita anche l’esportazione della notifica.

Ha aggiunto che i dazi all’esportazione non saranno rimborsati, se pagati.

I prezzi delle cipolle sono ulteriormente aumentati fino a Rs 65-80 al kg nel mercato al dettaglio della capitale nazionale, dove l’offerta è inferiore.

Mother Dairy, che conta circa 400 negozi al dettaglio Safal a Delhi-NCR, vende cipolle sfuse a Rs 67 al kg. Il portale di e-commerce Bigbasket viene venduto a Rs 67 al kg, mentre Otipy a Rs 70 al kg.

I venditori locali vendono le cipolle a Rs 80 al kg.

Mercoledì Mother Dairy vendeva le cipolle a Rs 54-56 al kg e ora le tariffe hanno toccato Rs 67 al kg.

Con l’aumento dei prezzi al dettaglio, venerdì il Centro ha deciso di aumentare la vendita di cipolle buffer a un prezzo agevolato di Rs 25 al kg nei mercati al dettaglio, al fine di fornire sollievo ai consumatori.

Secondo i dati del Dipartimento dei consumatori, sabato il prezzo medio al dettaglio della cipolla in tutta l’India è di 45 rupie al kg, ma il prezzo massimo è di 80 rupie al kg. A Delhi, il prezzo medio è di Rs 75 al kg.

See also  Previsione dei prezzi Tezos come pompe XTZ 11,5%

Secondo il ministero, la cipolla viene scaricata dalle scorte tampone sia nei mercati all’ingrosso che in quelli al dettaglio in quegli stati dove si registra un forte aumento dei prezzi.

Da metà agosto, circa 1,7 lakh tonnellate di cipolle buffer sono state scaricate in 22 stati in luoghi diversi.

Nei mercati al dettaglio, la cipolla buffer viene scaricata attraverso due organismi cooperativi NCCF e NAFED, punti vendita e veicoli a una tariffa agevolata di Rs 25 al kg.

Anche a Delhi la cipolla viene venduta a questo prezzo agevolato.

Un alto funzionario governativo ha affermato che il ritardo nella semina della cipolla kharif, dovuto a motivi meteorologici, ha comportato una minore copertura e un ritardo nell’arrivo del raccolto.

La cipolla kharif fresca avrebbe dovuto iniziare ad arrivare ormai, ma non è stato così.

Con l’esaurimento della cipolla rabi immagazzinata e il ritardo nell’arrivo della cipolla kharif, la situazione dell’offerta è limitata, con conseguenti aumenti di prezzo sia sul mercato all’ingrosso che su quello al dettaglio, ha aggiunto il funzionario.

Ha anche detto che il governo ha raddoppiato le scorte di cipolle per l’anno in corso e questo dovrebbe migliorare la disponibilità nazionale e controllare i prezzi nei prossimi giorni.

Per l’anno fiscale 2023-24, il Ministero degli Affari dei Consumatori attraverso NCCF e NAFED ha mantenuto uno stock tampone di cipolle di 5 lakh tonnellate e prevede di procurarsi altre 2 lakh tonnellate di cipolla nei prossimi giorni.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Leave a Comment