L’UE in trattative con Moderna per un nuovo accordo sulla fornitura di vaccini

Ricevi aggiornamenti gratuiti sui vaccini Covid-19

Bruxelles sta negoziando un nuovo accordo per l’approvvigionamento del vaccino Covid-19 con il produttore farmaceutico statunitense Moderna mentre le autorità sanitarie dell’UE crescono preoccupate per un aumento delle infezioni da coronavirus.

L’accordo viene negoziato tra Bruxelles e il gruppo biotecnologico, hanno riferito due persone informate, e gli Stati membri potranno confermare individualmente il loro interesse.

Almeno otto paesi dell’UE erano interessati ad aderire a un nuovo accordo di fornitura, ha detto una delle fonti, aggiungendo che il contratto era specifico per i vaccini Covid-19 a base di acido ribonucleico messaggero. BioNTech/Pfizer, l’altro produttore di vaccini mRNA, ha già un accordo pluriennale con l’UE.

Il contratto coprirebbe la fornitura di colpi fino al 2026, ha aggiunto la persona. I suoi termini consentirebbero alle autorità sanitarie nazionali di decidere quali formulazioni del vaccino procurarsi ogni stagione. Con l’avvicinarsi dell’inverno. I produttori di vaccini hanno aggiornato i loro vaccini in modo da poter gestire sottovarianti altamente mutate di Omicron, l’attuale ceppo dominante.

Moderna ha affermato che un tale accordo sarebbe “il modo più veloce per procurarsi vaccini Covid-19 per l’uso negli Stati membri”.

“Con l’inizio delle campagne di vaccinazione previsto per ottobre, il tempo è essenziale perché la Commissione europea garantisca una fornitura diversificata di vaccini contro il Covid-19”, si legge, aggiungendo che il vaccino anti-Covid aggiornato di Moderna è stato approvato per l’uso nell’UE ed è pronto per essere utilizzato. essere fornito.

See also  Corsa al presidente della Camera: i repubblicani alla Camera non hanno ancora chiaro quanto velocemente potranno eleggere il nuovo presidente

La commissione e l’Autorità sanitaria per le emergenze e la risposta, istituita in risposta alla pandemia, non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Il prezzo per iniezione era stato discusso a circa 25 euro a dose, ha detto una delle persone, ma sarebbe stato definito durante le trattative. Un prezzo del genere sarebbe in linea con i colpi precedenti. Il Financial Times ha riferito nel 2021 che Modern e Pfizer avevano aumentato i prezzi dopo che i dati della sperimentazione di fase 3 avevano mostrato che i loro vaccini mRNA avevano tassi di efficacia più elevati rispetto ai vaccini più economici sviluppati da Oxford/AstraZeneca e Johnson & Johnson.

Moderna ha rifiutato di commentare i livelli dei prezzi.

L’azienda ha firmato un accordo con l’UE al culmine della pandemia di coronavirus, ma il suo ultimo emendamento per la fornitura di 15 milioni di vaccini aggiustati con Omicron è scaduto nell’agosto dello scorso anno senza essere rinnovato.

L’accordo arriverebbe in un momento in cui Pfizer detiene lo status quasi di monopolio sulle forniture di vaccini anti-Covid nell’UE. A maggio, la Commissione e Pfizer hanno raggiunto un accordo per ridurre il numero di vaccini forniti all’UE, ponendo fine alle tensioni tra gli Stati membri che pagano più del dovuto per vaccini che rischiavano di non essere utilizzati.

Leave a Comment