Mercato azionario oggi: i mercati asiatici avanzano dopo che Wall Street ha registrato la sua settimana migliore in quasi un anno

HONG KONG (AP) – Le azioni asiatiche sono avanzate lunedì dopo i guadagni di Wall Street della scorsa settimana, sostenuti dalle speranze di tagli anticipati dei tassi di interesse.

I futures statunitensi sono saliti e i prezzi del petrolio sono aumentati dopo che l’esercito israeliano ha annunciato di averlo fatto domenica scorsa accerchiarono Gaza City e tagliare in due la fascia costiera assediata, alimentando i timori degli investitori di un conflitto sempre più profondo.

Le azioni sudcoreane sono aumentate del 4% a 2.463,91, dopo che il governo ha ripristinato il divieto di vendite allo scoperto, con l’obiettivo di prevenire l’uso illegale della tattica commerciale spesso utilizzata dagli hedge fund e dagli investitori. La vendita allo scoperto si riferisce alla vendita di azioni prese in prestito per trarre profitto dal calo dei prezzi.

L’indice giapponese Nikkei 225 ha guadagnato il 2,3% a 32.670,38.

Tuttavia, l’attività dei servizi del Paese nel mese di ottobre è cresciuta al ritmo più lento di quest’anno, sollevando preoccupazioni sulla debolezza di un settore chiave che guida l’attività economica giapponese.

La Banca del Giappone si sta gradualmente muovendo verso un inasprimento della politica monetaria poiché il capo della banca centrale ha dichiarato lunedì che il paese ha compiuto progressi verso il raggiungimento del suo obiettivo di inflazione. Ma il governatore della BOJ Kazuo Ueda ha affermato che il cambiamento non è stato sufficiente per aumentare la sua posizione sul tasso di interesse vicino allo zero.

L’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato l’1,6% a 17.944,91 e l’indice Shanghai Composite è salito dello 0,7% a 3.052,37. L’indice S&P/ASX 200 australiano è salito dello 0,3% a 6.997,40. Il Sensex indiano è salito dello 0,5% e il SET di Bangkok ha guadagnato lo 0,2%.

See also  Lavorare in Europa: quali paesi hanno il maggior numero di posti di lavoro vacanti e quali ruoli sono più richiesti?

Wall Street è andata in rialzo venerdì chiudendo la settimana migliore in quasi un anno.

L’indice S&P 500 è salito dello 0,9%, a 4.358,34. È aumentato ogni giorno la settimana scorsa. Il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato lo 0,7% a 34.061,32, e il Nasdaq composite è balzato dell’1,4% a 13.478,28.

Le azioni sono aumentate grazie alle crescenti speranze la Federal Reserve ha finalmente finito con i suoi aumenti dei tassi di interesse, destinati a tenere sotto controllo l’inflazione. Un rapporto di venerdì ha sottolineato che la pressione sull’inflazione si sta allentando, come dimostrano i datori di lavoro assumevano meno lavoratori il mese scorso rispetto a quanto previsto dagli economisti.

I forti rapporti sugli utili hanno contribuito a portare alcuni titoli a guadagni enormi. Generac, un produttore di generatori di backup, è salito di quasi il 28% per la sua settimana migliore da quando le sue azioni hanno iniziato le negoziazioni nel 2010. Presso Expedia Group, un altro rapporto migliore del previsto ha fatto salire le sue azioni di quasi il 22% per la sua settimana migliore da quando il mercato è stato quotato. emergendo dall’incidente del coronavirus dell’inizio del 2020.

Le azioni hanno lottato sotto il peso di Tesoro in rapida crescita cede. Tali rendimenti stavano a loro volta raggiungendo il tasso di interesse principale della Fed, che è superiore al 5,25% e al livello più alto dal 2001.

Tassi e rendimenti più alti rallentano l’economia, danneggiano i prezzi degli investimenti e aumentano il rischio che qualcosa si rompa nel sistema finanziario.

Nel mercato obbligazionario, i rendimenti dei titoli del Tesoro sono crollati subito dopo il rapporto sull’occupazione, allentando maggiormente la pressione che si era accumulata a Wall Street. Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è sceso al 4,58% all’inizio di lunedì dal livello più alto dal 2007, a oltre il 5%, due settimane prima.

See also  Meta e Alphabet condividono quasi i massimi di 52 settimane

Un rapporto separato pubblicato venerdì afferma che la crescita dei settori dei servizi statunitensi, come la finanza e l’edilizia, è stata più debole il mese scorso di quanto previsto dagli economisti.

Nonostante i profitti superiori alle attese, Apple, il titolo più influente a Wall Street, è crollato dello 0,5%. Gli analisti hanno affermato che gli investitori probabilmente sono rimasti delusi Previsioni sui ricavi di Apple per gli ultimi tre mesi del 2023.

Un barile di petrolio statunitense di riferimento è aumentato di 46 centesimi a 80,97 dollari nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Venerdì è sceso da 1,95 a 80,51 dollari al barile. Il greggio Brent, lo standard internazionale, ha guadagnato 36 centesimi a 85,25 dollari al barile.

Nel commercio valutario, il dollaro USA è salito a 149,58 yen giapponesi da 149,37 yen. L’euro è costato 1,0739 dollari, rispetto a 1,0728 dollari.

Leave a Comment