Mercato azionario oggi: i mercati asiatici sono in ribasso poiché la Cina segnala una crescita più lenta nell’ultimo trimestre

BANGKOK (AP) – Le azioni sono crollate in Asia dopo Lo ha riferito la Cina che la sua economia è cresciuta ad un ritmo annuo del 4,9% nel periodo luglio-settembre, in calo rispetto al 6,3% del trimestre precedente.

Anche i futures statunitensi sono scesi, mentre i prezzi del petrolio sono balzati di 2 dollari.

L’Ufficio nazionale di statistica cinese ha affermato che la seconda economia mondiale ha subito un rallentamento durante l’estate, poiché la domanda globale di esportazioni ha vacillato e il settore immobiliare in difficoltà è sprofondato nella crisi più profonda.

Il governo cinese ha agito per aiutare l’economia con varie politiche, aumentando la spesa per la costruzione di porti e altre infrastrutture, tagliando i tassi di interesse e allentando i freni sull’acquisto di case. Ma gli economisti affermano che sono necessarie riforme più ampie per affrontare i problemi a lungo termine, come il rapido invecchiamento della popolazione e il calo della produttività, che stanno ostacolando la crescita.

La debole domanda globale e il settore immobiliare rimangono le maggiori ombre che gravano sull’economia nel breve termine, hanno detto gli economisti.

“I dati più ampi sul settore immobiliare rimangono deboli, anche se cominciano ad apparire segnali positivi”, ha affermato Capital Economics in un rapporto. “La costruzione di nuove costruzioni ha continuato a diminuire e ora è ai livelli più bassi dal 2005”, si legge.

L’Hang Seng di Hong Kong ha ceduto lo 0,1% a 17.755,25 e l’indice Shanghai Composite è sceso dello 0,6% a 3.064,76.

Anche il Nikkei 225 di Tokyo ha ceduto lo 0,1% a 32.003,18. Il Kospi della Corea del Sud ha guadagnato meno dello 0,1%, a 2.461,78, mentre lo S&P/ASX 200 australiano è salito di meno di 3 punti, a 7.060,50.

See also  Medicare Advantage sta crescendo rapidamente e questo è un male per gli ospedali rurali: Shots

Il SET di Bangkok è salito dello 0,5% e il Sensex indiano ha perso meno dello 0,1%.

Martedì, l’S&P 500 è sceso di meno di 1 punto a 4.373,20. Il Dow Jones Industrial Average ha guadagnato meno dello 0,1%, a 33.997,65, e il Nasdaq composito è sceso dello 0,3%, a 13.533,75.

Lo ha dimostrato un rapporto di martedì gli acquirenti hanno speso di più presso i rivenditori statunitensi il mese scorso rispetto a quanto previsto dagli economisti. Ma un’economia troppo calda potrebbe anche dare più carburante all’inflazione e spingere la Fed a mantenere alti i tassi di interesse per soffocarla. Una mossa del genere danneggerebbe i prezzi delle azioni e di altri investimenti.

I rendimenti dei titoli del Tesoro sul mercato obbligazionario sono aumentati. Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è salito al 4,83% dal 4,69% di lunedì sera.

Il forte balzo del rendimento dei titoli a 10 anni dall’estate ha pesato sul mercato azionario, poiché i trader accettano sempre più le previsioni della Fed secondo cui probabilmente manterrà i tassi alti per un lungo periodo. La banca centrale ha già portato il tasso di interesse principale al livello più alto dal 2001 e sta discutendo se aumentarlo ancora una volta.

Nvidia e altri produttori di chip sono stati sottoposti a ulteriori pressioni a causa del governo degli Stati Uniti restrizioni ampliate per fermare la Cina dall’acquisizione di chip per computer avanzati e delle attrezzature per produrli. Nvidia è scesa del 4,7%.

Diverse grandi società statunitensi, nel frattempo, hanno guadagnato dopo i loro ultimi rapporti sugli utili.

Banca d’America ha contribuito a guidare il mercato con un guadagno del 2,3% dopo aver battuto le previsioni di profitto di Wall Street per il terzo trimestre.

See also  McDonald's incide sulla fattura dei fast food in California

La Bank of New York Mellon avanza del 3,8% dopo aver riportato profitti superiori alle attese nell’ultimo trimestre.

L’aspettativa generale per le società dell’indice S&P 500 è che i profitti tornino a crescere durante l’estate per la prima volta in un anno.

Wyndham Hotel e resort è aumentato del 9% dopo che la rivale Choice Hotels International ha dichiarato di voler acquistare la società per 90 dollari per azione in contanti e azioni, valutandola a 7,8 miliardi di dollari.

Wyndham ha affermato di aver rifiutato l’offerta in quanto “deludente”. Le azioni Choice sono scese del 6,8%.

Mercoledì i prezzi del petrolio greggio sono aumentati mentre si diffondevano le preoccupazioni che la guerra in Medio Oriente potesse portare a interruzioni delle forniture se coinvolgesse l’Iran o altri importanti paesi produttori di petrolio.

Un barile di greggio americano con consegna a novembre è balzato da 2,15 dollari a 88,81 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Martedì è rimasto invariato, dopo aver oscillato tra guadagni e perdite durante la giornata. Il greggio Brent, lo standard internazionale, ha guadagnato da 1,98 a 91,88 dollari al barile.

Nel commercio valutario, il dollaro è scivolato a 149,67 yen giapponesi da 149,82 yen. L’euro è salito a 1,0579 da $ 1,0576.

___

Hanno contribuito gli scrittori di AP Business Zen Soo e Stan Choe.

Leave a Comment