Mercato azionario oggi: le azioni mondiali si sono contrastate dopo che Wall Street è stata sostenuta dall’allentamento della pressione sulle obbligazioni

BANGKOK (AP) – Le azioni mondiali sono state miste mercoledì dopo che l’allentamento della pressione da parte del mercato obbligazionario ha alimentato un rialzo a Wall Street. I prezzi del petrolio sono scesi.

Poco cambiato il DAX tedesco, che ha perso 2 punti a 15.421,12. A Parigi, il CAC 40 è sceso dello 0,5% a 7.124,26. Il FTSE 100 britannico ha guadagnato lo 0,2% a 7.641,60.

I futures dell’S&P 500 e del Dow Jones Industrial Average sono aumentati di oltre lo 0,1%. Martedì, l’S&P 500 ha guadagnato lo 0,5% e il Dow lo 0,4%. Il Nasdaq composito è salito dello 0,6%.

Gli investitori si sono rincuorati davanti ai segnali che indicano che la pressione al rialzo sull’inflazione in molte economie potrebbe allentarsi. Ciò consentirebbe alla Federal Reserve e alle altre banche centrali di fermare o invertire gli aggressivi aumenti dei tassi di interesse intesi a frenare l’aumento dei prezzi.

Tuttavia, i rapporti di questa settimana sull’inflazione sia a livello al consumo che all’ingrosso potrebbero alterare tali ipotesi.

A Hong Kong, mercoledì il sentiment degli investitori è stato rafforzato da un rapporto di Bloomberg, che cita fonti anonime, secondo cui il governo sta valutando di aumentare la spesa per l’edilizia per sostenere l’economia.

La fiacca ripresa della Cina dai colpi subiti dall’economia durante la pandemia di Covid-19 ha pesato pesantemente sulla crescita regionale e globale.

L’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato l’1,3% a 17.893,10 e l’indice Shanghai Composite è salito dello 0,1% a 3.078,96.

L’indice Nikkei 225 di Tokyo è salito dello 0,6% a 31.936,51.

In Corea del Sud, il Kospi è balzato del 2%, a 2.450,08, dopo che Samsung Electronics ha riportato un miglioramento degli utili trimestrali. Le azioni di Samsung sono aumentate del 3%, mentre quelle di SK Hynix sono aumentate dello 0,9%. Gli analisti affermano che il peggio della contrazione post-pandemia della domanda di chip per computer e dispositivi elettronici potrebbe essere passato.

See also  I rendimenti dei titoli del Tesoro hanno toccato il massimo degli ultimi 16 anni prima della riunione della Fed

L’indice S&P/ASX 200 australiano è avanzato dello 0,7% a 7.088,40. In India, il Sensex ha guadagnato lo 0,7% e a Bangkok il SET è cresciuto dell’1,4% dopo che il governo ha annunciato di voler spendere circa 1,1 miliardi di dollari in energie rinnovabili, infrastrutture di viaggio e altri progetti.

Martedì, alcune delle azioni più forti si sono verificate nel mercato obbligazionario, dove i rendimenti dei titoli del Tesoro sono diminuiti dopo la ripresa delle negoziazioni dopo una festività lunedì. È stata la prima occasione di movimento dei rendimenti dal fine settimana attacco a sorpresa di Hamas contro Israele ha infuso cautela nei mercati globali.

Da allora è stato anche il primo giorno di negoziazione per i titoli del Tesoro discorsi dei funzionari della Federal Reserve che i trader hanno preso come suggerimento che la Fed potrebbe non alzare nuovamente il tasso di interesse principale. I commenti hanno aiutato le azioni statunitensi a passare dalle prime perdite ai guadagni di lunedì.

Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è sceso al 4,56% dal 4,80% di venerdì scorso, il che rappresenta un movimento considerevole per il mercato obbligazionario. Il rendimento dei titoli del Tesoro a due anni, che si avvicina maggiormente alle aspettative per le azioni della Fed, è sceso al 4,96% dal 5,09%.

I rendimenti dei titoli del Tesoro erano balzati la scorsa settimana ai livelli più alti in più di un decennio, seguendo l’esempio del tasso di interesse principale della Fed, che non si vedeva dal 2001. Sono stati la ragione principale dei crolli del mercato azionario dall’estate, mentre aumentano le preoccupazioni che la Fed manterrà il tasso dei fondi federali a un livello elevato per un periodo più lungo di quanto spera Wall Street.

See also  Cosa ha causato un’epidemia di norovirus tra i viaggiatori con lo zaino in spalla? Il CDC ha indagato: Colpi

Tassi elevati e rendimenti a lungo termine abbattono i prezzi delle azioni e di altri investimenti, rallentando al tempo stesso l’economia nella speranza di ridurre l’elevata inflazione.

Ma il rapido aumento del rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni ha contribuito a portare il tasso medio dei mutui ipotecari a lungo termine al livello più alto dal 2000, e i funzionari della Fed hanno lasciato intendere che tali mosse potrebbero aiutare a contenere l’elevata inflazione.

Il prossimo annuncio della Fed sui tassi di interesse è previsto per il 1° novembre. I trader ora scommettono su una probabilità quasi del 73% che l’anno finisca senza ulteriori rialzi dei tassi da parte della Fed, secondo i dati del CME Group. Questo è in aumento rispetto alla probabilità del 53% vista una settimana fa.

Negli altri scambi, un barile di greggio americano ha ceduto 26 centesimi a 85,71 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Martedì è sceso di 41 centesimi per attestarsi a 85,97 dollari, restituendo un po’ del balzo di 3,59 dollari del giorno prima a causa dei combattimenti in Medio Oriente.

Il greggio Brent, lo standard internazionale, è sceso di 9 centesimi a 87,56 dollari al barile.

Il dollaro USA è sceso a 148,68 yen giapponesi da 148,72 yen. L’euro è salito a $ 1,0612 da $ 1,0608.

Leave a Comment