Mercato azionario oggi: Wall Street avanza per estendere la sua serie di vittorie consecutive a 8 giorni mentre il petrolio scende di nuovo

NEW YORK (AP) – Mercoledì i titoli azionari statunitensi sono rimasti in gran parte bloccati mentre Wall Street continua a ricalibrarsi dopo le forti oscillazioni recenti.

L’S&P 500 è salito di 4,40 punti, o dello 0,1%, a 4.382,78 per il terzo giorno consecutivo di scambi tranquilli e contrastanti. I suoi movimenti sono diventati molto più calmi dopo che la scorsa settimana l’indice ha raggiunto la sua migliore settimana dell’anno, a sua volta arrivata dopo mesi di perdite dolorose.

Sebbene il guadagno sia stato lieve, è stato sufficiente per estendere la serie di vittorie consecutive dell’indice a otto giorni. Si tratta della serie di vittorie consecutive più lunga da una serie di nove giorni di 19 anni fa.

Il Dow Jones Industrial Average è sceso di 40,33 punti, o dello 0,1%, a 34.112,27, e il Nasdaq composite è salito di 10,56, o dello 0,1%, a 13.650,41.

Eli Lilly è stata una delle forze più forti che hanno spinto al rialzo il mercato. È aumentato del 3,2% dopo che le autorità di regolamentazione statunitensi hanno affermato che il suo popolare trattamento per il diabete, Mounjaro, può essere venduto come farmaco dimagrante e attingere a un mercato con un potenziale enorme.

Anche American Airlines, Delta Air Lines e United Airlines sono state in testa al mercato, e ciascuna è cresciuta di oltre il 2% poiché i prezzi del petrolio hanno continuato a scendere e ad allentare la pressione sui costi del carburante.

La Warner Brothers Discovery è crollata del 19% dopo aver riportato nell’ultimo trimestre una perdita peggiore di quanto previsto dagli analisti. Ha anche perso più abbonati allo streaming del previsto.

La stagione degli utili estivi è agli sgoccioli e la maggior parte delle aziende ha superato le previsioni di Wall Street. Di solito è così e offre un certo supporto al mercato azionario. Ma il principale motore dei movimenti dei prezzi azionari dall’estate è stato l’andamento dei rendimenti nel mercato obbligazionario.

See also  Chi potrebbe sostituire Hamas a Gaza?; Sciopero di Las Vegas: NPR

Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è sceso al 4,51% dal 4,57% di martedì scorso, contribuendo a diffondere calma sui mercati finanziari.

Un rapido aumento del rendimento a 10 anni iniziato l’estate scorsa, ha fatto crollare l’indice S&P 500 di oltre il 10% rispetto al picco dell’anno. Il rendimento del decennale ha superato brevemente il 5% per raggiungere il livello più alto dal 2007, raggiungendo il tasso di interesse principale della Federal Reserve, che è superiore al 5,25% e al suo livello più alto dal 2001.

La Fed ha alzato i tassi nella speranza di rallentare l’economia e di colpire i prezzi degli investimenti abbastanza da esercitare una pressione al ribasso sull’inflazione e riportarla al suo obiettivo del 2%.

La settimana scorsa, però, gli investitori hanno preso commenti del presidente della Fed Jerome Powell per indicare gli aumenti dei tassi di interesse da parte della banca centrale. Ha affermato che il balzo estivo dei rendimenti dei titoli del Tesoro potrebbe sostituire ulteriori aumenti dei tassi se questi rimarranno persistenti. Ciò ha innescato un forte allentamento dei rendimenti dei titoli del Tesoro, che a sua volta ha aiutato le azioni a salire.

Ora, gli investitori stanno cercando di ostacolare ciò che potrebbe accadere dopo. Secondo gli strateghi della Bank of America guidati da Bruno Braizinha, per l’economia statunitense sono ancora possibili un’ampia gamma di risultati, con il rendimento dei titoli a 10 anni che potrebbe scendere fino al 3% se dovesse cadere in una dolorosa recessione. Allo stesso tempo, hanno affermato che il rendimento a 10 anni potrebbe risalire al di sopra del 5% se l’economia rimane resiliente.

See also  Donald Trump mette in scena uno spettacolo combattivo durante la testimonianza in tribunale

Un forte calo dei prezzi del petrolio recentemente potrebbe allentare la pressione sull’inflazione, il che a sua volta potrebbe aiutare la Fed a sentirsi più fiduciosa nel mantenere i tassi stabili invece di aumentarli ulteriormente.

Il prezzo del barile di petrolio greggio statunitense è tornato ai livelli di luglio, ed è sceso di altri 2,04 dollari per attestarsi a 75,33 dollari. Il greggio Brent, lo standard internazionale, è sceso di 2,07 dollari a 79,54 dollari.

I prezzi del petrolio sono crollati da quando hanno superato i 90 dollari poco più di un mese fa. IL l’ultima guerra tra Israele e Hamas ha sollevato preoccupazioni circa potenziali interruzioni delle forniture, che hanno reso volatili i prezzi per un po’. Ma le preoccupazioni sulla domanda sono ancora elevate, date le economie vacillanti in tutto il mondo, in particolare in Cina.

Gli indici azionari sono scesi dello 0,2% a Shanghai e dello 0,6% a Hong Kong, unendosi a perdite modeste in gran parte del resto dell’Asia. Le azioni erano più alte in Europa.

Altrove a Wall Street, Axon Enterprise è cresciuta del 6,1% dopo che il produttore di taser, telecamere per il corpo e altre apparecchiature ha riportato profitti più forti per l’ultimo trimestre rispetto alle previsioni degli analisti.

Ralph Lauren sale del 3,2% dopo aver riportato nell’ultimo trimestre profitti più forti di quanto previsto dagli analisti.

eBay è crollata del 2% dopo che le sue previsioni sui ricavi per gli ultimi tre mesi del 2023 non hanno soddisfatto le aspettative degli analisti.

Rivian Automotive è passata da un guadagno iniziale ad una perdita del 2,4% dopo che la società di veicoli elettrici ha alzato le sue previsioni sulla quantità di veicoli che produrrà quest’anno e ha riportato profitti più deboli del previsto per l’ultimo trimestre.

See also  La General Motors ottiene un accordo rapido per porre fine allo sciopero dei lavoratori canadesi

___

Ha contribuito Yuri Kageyama, scrittore di AP Business.

Leave a Comment