Microsoft è pronta ad acquistare più carburante pulito rispetto alla maggior parte delle compagnie aeree

Il colosso della tecnologia sta acquistando crediti per carburante sostenibile per riavviare la produzione e mantenere il suo impegno a ridurre le emissioni di carbonio

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — Alcune delle aziende più grandi al mondo che consumano viaggi aerei stanno investendo in carburante più pulito, utilizzando un nuovo sistema di crediti volto a consentire alle compagnie di rivendicare i benefici ambientali.

Microsoft Corp. ha assunto uno degli impegni più grandi. Il colosso della tecnologia si è impegnato da tempo a diventare carbon negative entro la fine di questo decennio, il che significa che prevede di rimuovere dall’atmosfera più inquinamento climatico di quanto ne emette.

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

Per affrontare le emissioni che intrappolano il calore derivanti dai suoi viaggi, Microsoft ha raggiunto due accordi recenti: ad agosto, ha accettato di collaborare con IAG SA, proprietaria di British Airways, e Phillips 66 per cofinanziare l’acquisto di quasi 5 milioni di galloni di carburante per l’aviazione sostenibile, ottenuto da fonti come olio da cucina usato e rifiuti alimentari. Successivamente ha concluso un accordo con il produttore di combustibili puliti World Energy LLC per l’acquisto di crediti per quasi 44 milioni di galloni di SAF nel prossimo decennio.

See also  Gli utenti di Apple iPhone 15 lamentano problemi di surriscaldamento mentre Apple prepara la soluzione

A livello globale, il SAF rappresenta ora circa lo 0,1% di tutto il propellente per l’aviazione. I 4,4 milioni di galloni all’anno previsti dall’accordo World Energy potrebbero spingere Microsoft davanti alla maggior parte delle principali compagnie aeree statunitensi. È uguale all’utilizzo combinato di SAF lo scorso anno da parte di American Airlines Group Inc., Delta Air Lines Inc. e Alaska Air Group Inc. Il leader statunitense, United Airlines Holdings Inc., ha consumato 2,9 milioni di galloni di SAF nel 2022 e ha fissato l’obiettivo di 10 milioni di galloni quest’anno.

“Speriamo che la nostra tempestiva adozione crei un mercato più robusto in cui vedremo un’adozione più elevata a tutti i livelli”, ha affermato Katie Ross, direttrice della strategia di riduzione del carbonio di Microsoft.

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

Allo stesso modo Google ha aderito a un programma guidato da American Express Global Business Travel e dall’unità aeronautica di Shell Plc, mentre questo mese, il colosso europeo delle consegne DHL Group ha accettato di acquistare crediti per circa 180 milioni di galloni di SAF in sette anni.

Ora circa due dozzine di aziende, tra cui Morgan Stanley e McKinsey & Co., sono vicine a concludere transazioni per un totale di 100 milioni di galloni di carburante più pulito in cinque anni, attraverso un gruppo chiamato Sustainable Aviation Buyers Alliance.

In ogni caso, le società non acquisiranno il carburante liquido per aerei. Piuttosto, stanno acquistando certificati che consentono loro di prendersi il merito del profilo di emissioni di carbonio più basso del carburante che viene bruciato altrove. I crediti hanno anche lo scopo di incoraggiare la produzione di SAF fornendo un flusso di entrate extra, espandendo al contempo il bacino di acquirenti.

“Queste aziende stanno contribuendo a rilanciare questo mercato e a farlo muovere, dimostrando che esiste una domanda da parte del consumatore finale”, ha affermato Andrew Chen, preside del Rocky Mountain Institute, un’organizzazione no-profit ambientale che aiuta a gestire SABA.

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

Gli sforzi hanno lo scopo di risolvere un problema che da tempo tormenta la comunità climatica. L’aviazione contribuisce per circa il 2,5% alle emissioni di CO2 provocate dall’uomo e ha causato il 4% del riscaldamento se si include l’impatto di cose come le scie di condensazione. La sua quota di inquinamento da anidride carbonica potrebbe salire ben oltre il 20% entro il 2050 con la crescita prevista dei viaggi aerei e la decarbonizzazione di altri settori dell’economia attraverso le auto elettriche e le energie rinnovabili.

See also  Una scimmia in rapido movimento di nome Momo è stata catturata dopo essere stata "in libertà" per ore a Indianapolis

La produzione del SAF costa più del doppio rispetto al carburante per aerei convenzionale. Viene prodotto solo in una manciata di strutture in tutto il mondo. La maggior parte delle compagnie aeree commerciali si è impegnata ad aumentare drasticamente il consumo di SAF fino al 10% del carburante entro il 2030, ma i progressi sono stati estremamente lenti.

I nuovi certificati sono progettati per stimolare il mercato coprendo il sovrapprezzo del carburante più pulito, offrendo allo stesso tempo agli acquirenti la possibilità di ridurre potenzialmente le proprie emissioni di gas serra. Hanno diviso il carburante per aerei più pulito in due prodotti: il liquido stesso, che può essere venduto in modo tradizionale, e il certificato SAF, che rappresenta i benefici ambientali associati al carburante più pulito.

Pubblicità 5

Contenuto dell’articolo

Altri strumenti finanziari mirati al cambiamento climatico sono stati ostacolati da problemi di credibilità. Il mercato multimiliardario delle compensazioni di carbonio ha prodotto spazzatura di bassa qualità che ha trascinato al ribasso la domanda. I crediti di energia rinnovabile, strutturati in modo simile ai certificati SAF, hanno talvolta portato a una falsa contabilità del carbonio.

È troppo presto per dire se i nuovi programmi per i crediti SAF eviteranno queste trappole, ma ci sono ragioni iniziali per essere ottimisti. Per cominciare, il prezzo per i certificati SAF è elevato: da 250 a 800 dollari per ogni tonnellata di anidride carbonica evitata. Si tratta di un prezzo enorme rispetto alle compensazioni di carbonio e ai crediti per le energie rinnovabili, il cui costo, inferiore a 10 dollari a tonnellata, ha contribuito a consentire gli abusi.

I sostenitori della SAF sostengono inoltre che questo mercato è fondamentalmente diverso perché c’è una reale carenza di carburante per aerei sostenibile, a differenza di quando sono entrati in uso i crediti di elettricità rinnovabile.

“C’è molto più valore in questo tipo di investimento”, ha affermato Chen, del Rocky Mountain Institute.

Tuttavia, non è chiaro se un numero sufficiente di aziende si farà avanti per avere un impatto sulla produzione. Costruire un impianto pulito per produrre carburante per aerei può costare circa mezzo miliardo di dollari. “Stiamo osservando la forma del mercato”, ha affermato Bruce Fleming, amministratore delegato di Montana Renewables, uno dei due produttori commerciali di SAF negli Stati Uniti. “Ci vorrà un po’.”

Pubblicità 6

Contenuto dell’articolo

Un mercato in forte espansione per i certificati SAF potrebbe contribuire a stimolare una ripresa più forte dei viaggi aziendali, che deve ancora riprendersi completamente dalla pandemia di Covid-19. Alcune aziende hanno ridotto drasticamente i voli d’affari per affrontare le preoccupazioni sul clima.

See also  L’amministrazione Biden annuncia misure per combattere l’antisemitismo nei campus statunitensi

I gruppi ambientalisti, tuttavia, sottolineano che qualsiasi aumento dei viaggi aziendali sarebbe tragico per il clima. L’organizzazione no-profit europea Transport & Environment ha invitato le aziende a dimezzare le emissioni dei viaggi aerei entro il 2025. “SAF non dovrebbe essere una scusa per volare di più”, ha affermato Camille Mutrelle, responsabile delle politiche di T&E. “Dobbiamo essere molto chiari a riguardo.”

Sebbene le regole per il mercato siano ancora in fase di definizione, i certificati dovrebbero applicarsi solo ai SAF che non sono già utilizzati per conformarsi ai mandati legali, come le norme dell’Unione Europea che richiedono alle compagnie aeree di utilizzare il 2% di combustibili sostenibili entro il 2025. Una volta emessi, i certificati i certificati possono essere tracciati da uno tra una mezza dozzina di registri nascenti incaricati di garantire che lo stesso SAF non venga rivendicato da più acquirenti. La vendita dei certificati separatamente apre il mercato SAF a nuovi acquirenti oltre alle tipiche compagnie aeree. Consente inoltre alle aziende di partecipare se non ci sono camion cisterna pieni di SAF nelle vicinanze.

Pubblicità 7

Contenuto dell’articolo

“Spostare molecole a basso contenuto di carbonio ovunque nell’interesse della decarbonizzazione non ha senso”, ha affermato Gene Gebolys, amministratore delegato di World Energy, che sta anche producendo il SAF che sarà rivendicato da DHL.

Tuttavia, non è chiaro come le aziende potranno prendersi il merito per l’acquisto dei certificati SAF. Il protocollo GHG, lo standard di contabilità del carbonio più utilizzato al mondo, attualmente non consente alle aziende di segnalare emissioni di viaggio inferiori utilizzandolo. Si tratta di valutare le prove per stabilire se un cambiamento sia giustificato.

Secondo Brian Ripsin, responsabile della sostenibilità di Shell Aviation, consentire alle aziende di utilizzare i certificati SAF per ridurre le emissioni sarà fondamentale per far crescere questo mercato. “Questo è il prossimo grande ostacolo che dobbiamo superare per ottenere un’adozione su larga scala”.

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Leave a Comment