Morgan Stanley consegna ai nuovi leader decine di milioni di azioni vincolate

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Al futuro amministratore delegato della Morgan Stanley, Ted Pick, e ai suoi due principali luogotenenti furono concesse quote azionarie vincolate che avrebbero fruttato loro decine di milioni di dollari ciascuno in relazione ai loro nuovi ruoli.

Morgan Stanley ha detto che le quote, annunciate in un documento depositato alla SEC venerdì pomeriggio, sono state assegnate in parti uguali ai tre dirigenti: Pick, Andy Saperstein e Dan Simkowitz. Ciascun pacchetto valeva 20 milioni di dollari al momento della concessione, ma il valore finale sarà determinato dall’andamento del prezzo delle azioni di Morgan Stanley nei prossimi tre anni. Le sovvenzioni una tantum non matureranno completamente fino al 2027.

All’inizio di questa settimana, Morgan Stanley ha annunciato che Pick assumerà la carica di amministratore delegato dell’azienda il prossimo anno, in sostituzione di James Gorman, che ha ricoperto la carica più alta presso la banca per quasi 14 anni. Gorman diventerà quindi presidente esecutivo.

L’annuncio di Gorman al meeting annuale della Morgan Stanley all’inizio di quest’anno di voler andare in pensione ha dato il via ad un raro ballottaggio pubblico per uno dei lavori più ambiti di Wall Street. Anche Saperstein e Simkowitz erano in corsa per il posto più alto, ma gli sono stati invece assegnati altri ruoli senior.

È una pratica retributiva standard per un nuovo CEO di un’azienda di Wall Street ottenere una grossa sovvenzione azionaria quando entra nel ruolo. È meno tipico, tuttavia, vedere premi simili assegnati ad altri dirigenti. Nel 2021, ad esempio, David Solomon, diventato amministratore delegato di Goldman Sachs nel 2018, ha ottenuto un’assegnazione di azioni di 30 milioni di dollari. Il secondo dirigente di Goldman, John Waldron, ha ricevuto contemporaneamente 20 milioni di dollari.

See also  Il pilota fuori servizio dell'Alaska Airlines si dichiara non colpevole e ha parlato di funghi magici dopo aver presumibilmente tentato di spegnere i motori

Nello stesso anno, JPMorgan Chase ha concesso al suo amministratore delegato Jamie Dimon un “premio speciale” di 1,5 milioni di opzioni su azioni che all’epoca si prevedeva valessero 49,5 milioni di dollari dopo 10 anni. Venerdì, JPMorgan ha annunciato che Dimon incasserà fino a 1 milione di azioni nel prossimo anno, che all’attuale prezzo delle azioni della banca varrebbero 140 milioni di dollari.

Gorman, l’amministratore delegato uscente di Morgan Stanley, ha cercato di consegnare l’azienda alla prossima generazione di dirigenti senza le pugnalate alle spalle che spesso le transizioni esecutive comportano. Prima dell’annuncio di questa settimana, Gorman aveva elogiato tutti e tre i dirigenti e aveva espresso la speranza che restassero tutti nell’azienda, indipendentemente da chi fosse stato nominato suo successore.

Questa storia è stata modificata per chiarire che ai dirigenti sono state concesse unità azionarie vincolate anziché opzioni

Leave a Comment