Quasi 2,5 milioni di barili al giorno di capacità di raffinazione negli Stati Uniti verranno chiusi per manutenzione autunnale

La stagione autunnale di manutenzione delle raffinerie negli Stati Uniti si preannuncia come la più pesante da prima che la pandemia di Covid-19 costringesse gli impianti a tagliare le tariffe e a ritardare tutti i lavori tranne quelli di emergenza.

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — La stagione autunnale di manutenzione delle raffinerie negli Stati Uniti si preannuncia come la più pesante da prima che la pandemia di Covid-19 costringesse gli impianti a tagliare i costi e a ritardare tutti i lavori tranne quelli di emergenza.

Secondo i dati di Energy Aspects LTD, quasi 2,5 milioni di barili al giorno di capacità di raffinazione andranno offline per manutenzione da settembre a dicembre. Si tratta dell’11% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

Guardando al futuro, alcuni prevedono che il primo trimestre del 2024 sarà la stagione di manutenzione più pesante di sempre, carica di lavoro differito e di turnaround regolarmente programmati su unità di greggio, cracker catalitici fluidi per la produzione di benzina, coker e altri. Ciò potrebbe dare il via a una corsa per bloccare gli appaltatori disponibili.

Il fitto programma di questo autunno è in parte il risultato delle riparazioni sulle unità bloccate da perdite impreviste, incendi multipli e dallo stress generale dovuto al duro lavoro durante un’estate insolitamente calda. Le raffinerie devono anche smaltire un arretrato di turnaround dopo aver ritardato la manutenzione per risparmiare denaro durante la pandemia e, successivamente, per inseguire margini elevati con il miglioramento dell’economia.

“Nel 2023 stiamo assistendo a molte interruzioni non pianificate”, ha affermato Austin Lin, principale analista per i mercati della raffinazione e del petrolio presso Wood Mackenzie. “C’è stata una continua tendenza a rinviare e ridurre al minimo la manutenzione, ove possibile.”

See also  Comprare casa nel 2023? Ecco quanto serve per permettersi la tipica casa americana

Ora, quando i margini di raffinazione scendono dai loro massimi, gli impianti possono iniziare a scendere per riparazioni. Lunedì il crack spread dei futures 3-2-1 è sceso a circa 23 dollari al barile, rispetto agli oltre 43 dollari dell’11 agosto. Mentre i margini del diesel rimangono relativamente forti, quelli della benzina stanno crollando con la fine dell’estate.

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

La manutenzione ordinaria, come la sostituzione dei catalizzatori e la pulizia dei coker, deve essere eseguita regolarmente. I turnaround completi che tradizionalmente si verificano ogni 4-6 anni possono essere posticipati solo per un certo periodo senza rischiare disturbi cronici che possono fermare le unità per settimane.

“Il giorno della resa dei conti è arrivato”, ha detto Andy Lipow, presidente della Lipow Oil Associates a Houston. “Ora devono fare manutenzione”.

Secondo Energy Aspects, a partire da venerdì, secondo Energy Aspects, una media di 526.000 barili al giorno di capacità di lavorazione statunitense sarebbe stata disattivata per lavori pianificati a settembre, 1,48 milioni di barili a ottobre, 452.000 barili a novembre e nulla a dicembre. I dati includono solo la manutenzione confermata. Gli importi effettivi probabilmente aumenteranno se viene aggiunto più lavoro o se si verificano arresti non pianificati a causa di guasti alle unità, guasti elettrici o tempeste.

See also  Uomo arrestato poche ore dopo lo stupro e l'omicidio di una bambina di 5 anni in Kansas

La raffineria Norco della Shell, a nord di New Orleans, ha spinto l’inversione di tendenza della sua unica unità di greggio a fine settembre da un inizio di fine marzo perché i margini di prodotto erano robusti, ha detto una persona che ha familiarità con le operazioni. Anche Exxon Baytown e Motiva Port Arthur in Texas hanno iniziato la settimana scorsa la manutenzione di grandi unità di greggio.

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

La pandemia ha insegnato alle raffinerie molte dure lezioni sull’imprevedibilità del mercato, con gli Stati Uniti che hanno perso circa 1,2 milioni di barili di capacità a causa delle chiusure definitive tra il 2019 e il 2022. Altri 300.000 barili sono andati persi a causa di miglioramenti per aggiungere capacità che non sono mai avvenuti, ha affermato Robert Auers , direttore di Refined Fuels Analytics, una divisione di RBN Energy.

L’incognita di ogni autunno è se una grande tempesta tropicale assorbirà più capacità sulla costa del Golfo degli Stati Uniti durante la stagione degli uragani atlantici. L’ultimo anno in cui le aree di produzione del Golfo sono state risparmiate da una tempesta tropicale, che può mettere fuori uso grandi quantità di produzione per giorni interi, è stato il 2014.

—Con l’assistenza di Chunzi Xu, Lucia Kassai e Brian K. Sullivan.

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Leave a Comment