RBI: RBI propone di impedire agli agenti di recupero di chiamare i mutuatari prima delle 8:00 e dopo le 19:00

Giovedì la RBI ha proposto norme più severe per il recupero dei prestiti scaduti in base alle quali gli istituti finanziari e i loro agenti di recupero non possono chiamare i mutuatari prima delle 8 del mattino e dopo le 7 di sera. Le entità regolamentate (RE) come le banche e le NBFC non dovrebbero esternalizzare le funzioni di gestione principali, comprese la formulazione delle politiche e le funzioni decisionali come la determinazione del rispetto delle norme KYC e la sanzione dei prestiti, ha affermato il “Draft Master Direction on Managing Risks and Code of Conduct in Esternalizzazione dei servizi finanziari».

“Il principio alla base delle direttive proposte è che l’RE dovrebbe garantire che gli accordi di outsourcing non diminuiscano la sua capacità di adempiere ai propri obblighi nei confronti dei clienti né impediscano un’efficace supervisione da parte dell’autorità di vigilanza”, ha affermato la Reserve Bank of India.

La bozza afferma che le RE dovrebbero mettere in atto un codice di condotta approvato dal consiglio per gli agenti di vendita diretta (DSA)/agenti di marketing diretto (DMA)/agenti di recupero (applicabile alle banche commerciali, alle banche cooperative e agli NBFC).

Gli RE dovrebbero garantire che i DSA/DMA/Recovery Agent siano adeguatamente formati per gestire le proprie responsabilità con cura e sensibilità, in particolare aspetti quali la sollecitazione dei clienti, gli orari di chiamata, la riservatezza delle informazioni sui clienti e la comunicazione dei termini e delle condizioni corretti dei prodotti in offerta.

“I RE e i loro agenti di recupero non devono ricorrere a intimidazioni o molestie di alcun tipo, verbali o fisiche, contro qualsiasi persona nei loro sforzi di recupero crediti, compresi atti volti a umiliare pubblicamente o intromettersi nella privacy dei debitori/dei loro garanti “membri della famiglia…”, si legge nella bozza.

See also  Le autorizzazioni di sicurezza per i potenziali offerenti IDBI sono probabili entro la fine di ottobre

Non dovrebbero inoltre inviare messaggi inappropriati né sul cellulare né attraverso i social media, effettuando chiamate minacciose e anonime, chiamando insistentemente il mutuatario/garante e rilasciando dichiarazioni false e fuorvianti. “Inoltre, alle RE e ai loro agenti di recupero è vietato chiamare il mutuatario/garante prima delle 8:00 e dopo le 19:00 per il recupero dei prestiti scaduti”, ha proposto la RBI. La bozza, sulla quale la RBI ha invitato i commenti delle parti interessate entro il 28 novembre 2023, afferma anche che le RE dovrebbero disporre di una struttura di gestione per monitorare e controllare le loro attività di outsourcing.

Propone inoltre norme per l’outsourcing offshore dei servizi finanziari.

La Reserve Bank ha affermato che la bozza delle Direttive è stata preparata incorporando, aggiornando e, ove richiesto, armonizzando le direttive esistenti.

Leave a Comment