Waller della Fed respinge le critiche al tasso di adozione di FedNow

La partecipazione al servizio di regolamento dei pagamenti in tempo reale della Federal Reserve, FedNow, si è ampliata da un gruppo iniziale di 50 banche e cooperative di credito a più di 100, ha detto venerdì il governatore della Fed Christopher Waller in una conferenza sui pagamenti tenuta dalla Brookings Institution.

Dal lancio di FedNow a luglio, le iscrizioni sono aumentate, mentre le proiezioni interne indicano che il numero potrebbe salire a circa 350 entro la fine dell’anno, ha aggiunto Waller. L’adozione del tanto atteso servizio di regolamento dei pagamenti rimane solida, ha affermato quando gli è stato chiesto se l’adozione da parte delle banche sia inferiore alle aspettative.

“Ne abbiamo di più in cantiere e ci sono varie stime che potrebbero variare da 250 a 350 entro la fine dell’anno, e continueranno a crescere insieme alle banche”, ha detto Waller. “Ma le banche devono vedere qualche proposta di valore e fare investimenti per aderire e volerlo fare. E questo dipende da cosa vogliono i clienti”.

Quando FedNow è stato lanciato a luglio, doveva essere un prodotto minimo praticabile che avesse funzionalità sufficienti per consentire ai primi utenti di fornire feedback.

“Tiriamo fuori il prodotto, assicuriamoci che funzioni, vediamo come la gente lo usa. E poi da lì, lo costruisci in termini di rete e capacità che offri alle persone”, ha detto.

Waller ha anche fatto eco alla sua posizione sulle valute digitali delle banche centrali, affermando di ritenere che la tecnologia offra scarsi vantaggi per la Fed, le banche e i consumatori nel panorama dei pagamenti odierni.

“La domanda fondamentale che ho posto è quella che si porrebbe un tipico economista, ovvero: ‘Qual è il principale fallimento del mercato nel sistema di pagamento che richiede una CBDC e solo una CBDC per essere risolto?” Egli ha detto. “Ho posto questa domanda due anni fa e non ho ancora sentito una risposta soddisfacente a quella domanda. Mi fa pensare che una CBDC sia qualcosa che potresti fare ma non c’è nulla che ne renda necessario.”

See also  RBI impedisce alla Bank of Baroda di aggiungere clienti alla sua app mobile

Waller ha sostenuto che, sebbene l’attuale sistema funzioni bene poiché le persone si accontentano di conti bancari che consentono un ampio accesso, la Fed vuole esplorare le CBDC in preparazione di un potenziale mandato congressuale. La Fed vuole effettuare ricerche sulla tecnologia, sulla tenuta dei registri e sulla gestione del funzionamento delle CBDC in modo che siano pronte se richiesto dalla legge.

“Dobbiamo sempre essere preparati al fatto che se il Congresso ci dicesse: ‘Fai questo’, avremmo la tecnologia e il know-how per farlo”, ha affermato.

Sebbene paesi come Cina, Bahamas e Regno Unito stiano procedendo con le CBDC, Waller non è convinto che possano giustificare la necessità delle CBDC.

Ma le CBDC proposte sono conti delle banche centrali e non “strumenti al portatore semi anonimi, come Bitcoin”, ha affermato.

Waller ha affermato che una potenziale CBDC statunitense opererebbe tramite conti bancari, non conti diretti con la Fed: gli utenti avrebbero un conto CBDC tramite la loro app di banca commerciale, insieme ai conti standard. Le banche manterrebbero azioni CBDC e richiederebbero trasferimenti tra banche per facilitare i pagamenti, una funzionalità identica ai pagamenti correnti sui conti bancari, ha osservato Waller.

Un conto CBDC al dettaglio diretto richiederebbe conti master oltre le banche, richiedendo modifiche legali, ha affermato. La Fed si concentra da oltre 100 anni su efficienti funzionalità di pagamento back-end mentre le banche coinvolgono i clienti, ha aggiunto. Ha messo in dubbio la logica della Fed per rivolgersi al consumatore e offrire conti al dettaglio – un requisito funzionale per le opzioni attuali.

“Poi ci sediamo con le banche sullo sfondo e ci assicuriamo che tutto sia chiaro. Ha funzionato per oltre 100 anni. Voglio sapere perché dobbiamo farci avanti e ora essere in prima linea con i clienti al dettaglio”, ha affermato Waller.

See also  UniCredit sigla il primo accordo dell'era Andrea Orcel con l'accordo con la Grecia

Leave a Comment