Autorità: lo studente della Cornell University Patrick Dai arrestato per aver pubblicato minacce antisemite online

Studente della Cornell accusato di aver minacciato online gli studenti ebrei


Studente della Cornell accusato di aver minacciato online gli studenti ebrei

01:53

NEW YORK – Uno studente della Cornell University è stato arrestato martedì per presunta fare violente minacce online dirette agli studenti ebrei della scuola.

Il governatore Kathy Hochul dice che la polizia di stato e la task force congiunta sul terrorismo dell’FBI lo hanno interrogato martedì scorso.

Patrick Dai accusato di aver pubblicato minacce antisemite

Il procuratore americano del distretto settentrionale di New York afferma che Patrick Dai, 21 anni, è stato arrestato per aver postato minacce antisemite, tra cui: “Se vedi una ‘persona’ ebrea nel campus seguila a casa e tagliagli la gola”.

I federali affermano che Dai proviene dalla zona di Rochester e deve affrontare l’accusa di aver minacciato di uccidere o ferire un altro tramite le comunicazioni interstatali.

Nella denuncia si afferma che avrebbe anche pubblicato, tra gli altri messaggi violenti, che avrebbe sparato al 104 West, la sala da pranzo kosher dell’università.

“La mia famiglia, ieri sera, abbiamo discusso se fosse sicuro per me essere al campus o se dovessi tornare a casa”, ha detto la matricola Davian Gekman.

L’università ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“La Cornell University è grata all’FBI per aver lavorato così rapidamente per identificare e arrestare il sospettato in questo caso, uno studente della Cornell, che rimane in custodia. Ringraziamo anche la polizia di Cornell e il capo Anthony Bellamy per gli sforzi straordinari nel sostenere le indagini e proteggere i nostri comunità del campus. L’università continuerà a fornire assistenza alle forze dell’ordine e all’ufficio del procuratore degli Stati Uniti mentre questo caso va avanti.

“Rimaniamo scioccati e condanniamo queste orribili minacce antisemite e crediamo che dovrebbero essere perseguite nella misura massima consentita dalla legge. Sappiamo che la nostra comunità universitaria continuerà a sostenersi a vicenda nei giorni a venire. La polizia di Cornell manterrà la sua maggiore sicurezza presenza nel campus mentre l’università continua a concentrarsi sul sostegno alle esigenze dei nostri studenti, docenti e personale.”

La polizia di stato ora monta la guardia fuori dal Cornell Center for Jewish Living.

See also  Mantenere gli studenti sicuri e sobri sulle strade con il nuovo programma scolastico di MADD Canada e KAG Canada

Leron Thumim, laureato alla Cornell e presidente del Cornell Jewish Life Fund, afferma che il governatore ha promesso di accelerare i miglioramenti della sicurezza.

“Solo perché si trattava di una persona non significa che quella fosse l’unica ragione per avere paura”, ha detto.

Uno studente di Westchester ha condiviso foto di “nuova Intifada” scarabocchiate sul marciapiede di un campus e “Sionismo equivale a genocidio”.

“Non sembra di vivere nel 2023. Sembra di vivere nella Germania nazista”, ha detto uno studente. “Come puoi pensare alle lezioni o a qualsiasi altra cosa? Sembra così banale quando la tua vita è letteralmente minacciata.”

Per quanto riguarda Dai, è prevista la sua prima apparizione in tribunale mercoledì a Siracusa. Se condannato, rischia fino a cinque anni di carcere e una multa fino a 25.000 dollari.

Il governatore Kathy Hochul svela iniziative contro l’odio

L’arresto avviene il giorno dopo che il governatore ha aumentato la presenza della polizia statale nei campus di tutto lo stato e ha incontrato gli studenti ebrei alla Cornell.

“Potresti pensare di poter rimanere anonimo e pubblicare ciò che vuoi, ma ci saranno delle conseguenze”, ha detto Hochul.

Il governatore sta adottando misure per proteggere le persone nelle comunità a rischio e nei campus universitari di tutto lo Stato. Ma un focus particolare è rivolto ai campus della City University di New York.

“Non possiamo permettere a nessun newyorkese di vivere nella paura, perché il giorno in cui saremo disposti ad accettarlo sarà il giorno in cui la nostra bussola morale si romperà e andrà fuori controllo”, ha detto Hochul martedì durante un discorso alla Columbia University.

See also  La nuova regola dell'amministratore Biden potrebbe mettere in difficoltà i pescatori di aragoste lasciando fuori dai guai gli altri: i critici


Guarda: il governatore Hochul affronta l’aumento dell’incitamento all’odio nei campus universitari

09:36

Hochul non ha perso tempo nell’utilizzare risorse statali per identificare le minacce di violenza nei campus universitari dopo aver incontrato gli studenti della Cornell.

“Nel nostro Stato c’è tolleranza zero per l’odio”, ha detto Hochul.

La governatrice ha affermato di essere particolarmente preoccupata per le continue questioni antisemite nei campus della CUNY. Lo scorso maggio un laureato in giurisprudenza della CUNY ha tenuto un focoso discorso anti-israeliano ci sono state recenti proteste filo-palestinesi.

Hochul ha nominato l’ex giudice capo della Corte d’Appello statale Jonathan Lippman per rivedere le politiche antisemitismo e antidiscriminazione nei 25 campus della CUNY nei cinque distretti.

“Mentre la sua valutazione si concentrerà sulla CUNY, le sue raccomandazioni costituiranno una tabella di marcia per le istituzioni in tutto lo stato e nel paese”, ha affermato Hochul.

Il governatore, che ha recentemente visitato un kibbutz vicino al confine di Gaza dove 70 persone sono state uccise da Hamas, ha inoltre stanziato 700.000 dollari per espandere il lavoro dell’Unità di analisi dei social media della polizia di stato, concentrandosi sulla violenza nelle scuole, sull’attività delle bande e sulle armi da fuoco illegali. Ha inoltre stanziato 75 milioni di dollari in sovvenzioni alle forze dell’ordine per reprimere i crimini d’odio.

Le azioni sono arrivate nel mezzo un preoccupante aumento dei crimini d’odio. L’Anti-Defamation League ha affermato che ci sono stati 312 incidenti tra l’attacco di Hamas del 7 ottobre e il 23 ottobre, rispetto ai 64 dello stesso periodo dell’anno precedente.

Il Council on American-Islamic Relations ha segnalato 110 episodi di pregiudizio contro i musulmani nello stesso periodo. Ad agosto erano 63.

See also  Banca d'Israele: nessun aumento dei tassi ma previsioni economiche al ribasso

“Ho parlato con i rettori della SUNY e della CUNY e con i rappresentanti delle università private per condividere le nostre preoccupazioni sulle conseguenze della libertà di parola che oltrepassa il limite dell’incitamento all’odio”, ha detto Hochul.

In una dichiarazione, Lippman ha affermato: “L’antisemitismo e la discriminazione in tutte le sue forme sono inaccettabili” e che avrebbe rivisto le politiche della CUNY per garantire che tutti gli studenti siano liberi da intimidazioni.

Leave a Comment