Donald Trump mette in scena uno spettacolo combattivo durante la testimonianza in tribunale

C’è stato un momento, circa due ore dopo il turno di Donald Trump sul banco dei testimoni nel tribunale dello stato di Manhattan lunedì, in cui l’enorme magnate immobiliare ed ex presidente degli Stati Uniti è apparso stranamente ferito.

“Mi ha definito un impostore e non sapeva nulla di me”, ha detto Trump, agitando il dito in direzione del giudice, Arthur Engoron. «Quello che hai fatto è una cosa terribile. Non sai niente su di me!”

Ciò è avvenuto dopo un altro momento duro in cui un Trump emozionato si è arrabbiato con un avvocato del governo: “La gente non sa quanto sia buona l’azienda che ho costruito perché persone come te vanno in giro a umiliarmi!”

Trump è comparso in tribunale per testimoniare in una causa di frode civile intentata dal procuratore generale di New York in cui è accusato di aver gonfiato i rapporti sul suo patrimonio netto al fine di garantire prestiti a condizioni favorevoli e ottenere altri benefici economici.

Engoron lo ha già concluso in un’ordinanza emessa alla vigilia del processo. Il procedimento giudiziario ha lo scopo di determinare le sanzioni che dovranno affrontare l’ex presidente e i suoi figli adulti.

Ma per Trump il processo è anche qualcos’altro: un’insolita tappa elettorale nel suo tentativo di tornare alla Casa Bianca e un’occasione per difendere la reputazione di inattaccabile successo imprenditoriale che è al centro della sua identità ed è essenziale per la sua carriera politica. .

Ciò potrebbe spiegare l’apparente sensibilità di Trump. Potrebbe anche spiegare perché ha deciso di testimoniare in primo luogo perché gli esperti legali lo avevano avvertito che ciò avrebbe potuto rivelarsi pericoloso per i prossimi processi penali in cui la posta in gioco prevede un possibile periodo di detenzione.

See also  Mercato azionario oggi: Wall Street crolla dopo le relazioni sugli utili, e i prezzi del petrolio salgono sulle preoccupazioni di guerra

“Il suo comportamento non gli sta facendo alcun favore dal punto di vista legale”, ha detto in una e-mail Carl Tobias, professore di diritto all’Università di Richmond. “Sembra quasi che Trump stia tentando di aiutare se stesso politicamente – almeno con la sua base – non collaborando con il giudice o l’avvocato generale del procuratore generale di New York e addirittura accusando il giudice e l’AG di trattarlo ingiustamente”.

Trump si è recato al banco dei testimoni poco dopo le 10 del mattino mentre la stanza era piena di anticipazione su come avrebbe affrontato i suoi antagonisti. In realtà, l’ex presidente non ha condotto tanto con rabbia quanto con una raffica di parole, discorsi circolari e dichiarazioni digressive che hanno infastidito il giudice e hanno presto portato a un severo avvertimento per l’avvocato di Trump, Christopher Kise.

“Signor Kise, può controllare il suo cliente? Questa non è una manifestazione politica”, ha detto il giudice alzando la voce. Poi, qualche istante dopo: “Ti prego di controllarlo, se puoi. Se non puoi, lo farò io”.

Seduto a un braccio di distanza, Trump sfoggiava il sorriso di un clown della classe che era riuscito a innervosire l’insegnante.

Donald Trump lascia l'aula del tribunale di Manhattan
Donald Trump lascia l’aula del tribunale di Manhattan © Bloomberg

Per Kevin Wallace, avvocato del procuratore generale, esaminare Trump è stato come cercare di fermare un temporale.

Molte delle domande di Wallace cercavano risposte “sì o no” sul fatto che il valore di una particolare proprietà nella “dichiarazione sulla condizione finanziaria” annuale di Trump fosse “veritiero e accurato”.

Trump ha rinunciato alle meschine regole contabili e ha risposto invece con la faccia tosta di un promotore immobiliare di New York. “È la posizione migliore a New York”, ha detto dello spazio commerciale presso la Trump Tower, che aveva fissato a 348 milioni di dollari nel 2014. “Non lo venderei per quella cifra.”

See also  SLT (CognivAiD™) migliora la memoria e la cognizione negli individui con deterioramento cognitivo lieve: risultati di studi clinici

In un’altra occasione, Trump ha affermato di essere in grado di valutare una proprietà semplicemente guardandola. Questo potrebbe essere stato l’approccio adottato dalla Trump Organization in Scozia, dove ha aumentato il valore del suo campo da golf di Aberdeen di 245 milioni di dollari in un solo anno, secondo un foglio di calcolo presentato dal procuratore generale, apparentemente basato su piani di sviluppo che non sono mai stati adottati. soddisfatto.

“È una specie di dipinto”, ha spiegato Trump. “Puoi fare più o meno quello che vuoi. La terra è lì”.

Le banche si preoccupano soprattutto del contante, ha detto Trump alla corte, respingendo l’ipotesi di Wallace secondo cui avrebbe gonfiato la sua ricchezza personale per evitare di violare gli accordi sui prestiti. “Ho avuto molti soldi per molto tempo”, ha detto l’ex presidente. “A loro interessa solo questo.”

C’è stata una tenerezza inaspettata per il suo luogotenente caduto, Allen Weisselberg, l’ex direttore finanziario della Trump Organization che ha scontato tre mesi di prigione all’inizio di quest’anno dopo essersi dichiarato colpevole di un piano di evasione fiscale.

“La gente lo ha perseguitato in modo feroce e violento solo perché lavorava per me”, ha detto Trump. “Mi dispiace molto per lui.”

Trump ha fatto una concessione. Ha ammesso che qualcuno abbia erroneamente sopravvalutato il suo attico – per un importo di oltre 200 milioni di dollari, secondo Engoron – presumibilmente triplicando la sua metratura perché era un triplex. “Posso vedere come probabilmente è stato fatto”, ha detto.

La pausa pranzo sembrava calmare Trump. Dopo sembrava annoiato, più di ogni altra cosa. Con le braccia incrociate sul petto, disse ripetutamente a Wallace che se il patrimonio netto registrato nei suoi vari rendiconti finanziari era impreciso, non lo era materialmente. In ogni caso, ha detto, il suo vero patrimonio netto era certamente molto più elevato perché il rendiconto finanziario non includeva il valore del famoso marchio Trump.

See also  L'avvocato speciale chiede al giudice di limitare le dichiarazioni "infiammatorie" di Trump rivolte a individui e istituzioni nel caso delle elezioni del 2020

Gli scambi sembravano meno conflittuali. Il ringhio si attenuò. E poi la furia si è ravvivata.

“Dovresti vergognarti di te stesso”, si è arrabbiato con Wallace, definendo il caso “una vergogna”.

“Tutti stanno cercando di capire perché lo stai facendo”, ha detto Trump, sottolineando che i suoi finanziatori sono stati rimborsati per intero e in tempo, forse in anticipo. “Nessuno lo capisce. Lo capisco. Si chiama politica”.

Leave a Comment