I prezzi delle case nel Regno Unito stanno crollando al ritmo più rapido degli ultimi dieci anni

Con i prezzi in calo di oltre il 5% nel corso dell’anno fino a settembre, questo potrebbe essere il momento di investire nel settore immobiliare.

ANNUNCIO

Le proprietà immobiliari nel Regno Unito sono diventate sempre più inaccessibili per molti acquirenti, ma la bolla è scoppiata?

Secondo la Nationwide Building Society, i prezzi delle case stanno scendendo al ritmo più rapido dalla metà del 2009, spinti da tassi ipotecari più alti e dalla continua tensione sull’accessibilità delle case per i potenziali acquirenti di case.

Su base mensile i prezzi delle case sono rimasti invariati, dopo il calo dello 0,8% registrato ad agosto.

L’indagine ha rilevato che il valore di una casa tipica è sceso a £ 257.808 (€ 297.575), rispetto a £ 259.153 (€ 299.127) del mese precedente.

Questo calo dei prezzi è solo un aspetto di un panorama immobiliare complesso, influenzato da vari fattori economici e dalla fiducia dei consumatori.

I tassi elevati hanno il loro prezzo

La settimana scorsa, il Financial Times ha riferito che coloro che vendono case nel Regno Unito stanno tagliando sempre più i prezzi per assicurarsi affari, facendo riferimento ai dati della piattaforma immobiliare Zoopla.

I loro numeri suggeriscono che quello che vediamo ora è il livello più alto di sconti sui prezzi delle case in quattro anni. Le case vengono vendute con uno sconto medio del 4,2%, equivalente a £ 12.125 (€ 14.020) in meno rispetto al prezzo richiesto. Questo fenomeno di sconto è stato ulteriormente intensificato dai recenti aumenti dei tassi ipotecari, che hanno spinto i potenziali acquirenti a cercare accordi vantaggiosi.

In questo contesto si è verificato un notevole aumento dell’indebitamento netto del debito ipotecario da parte dei residenti nel Regno Unito, raggiungendo 1,2 miliardi di sterline (1,38 miliardi di euro) in agosto. Questo aumento rappresenta il quarto aumento mensile consecutivo e il livello più alto da gennaio 2023. Nonostante le sfide, gli acquirenti stanno ancora entrando nel mercato.

See also  L'olimpionica Mary Lou Retton è tornata a casa per riprendersi dalla polmonite, dice la figlia

Le approvazioni nette per l’acquisto di case nel Regno Unito, spesso viste come un predittore delle tendenze future dei prestiti, sono scese a 45.400 nell’agosto 2023, la cifra più bassa registrata da febbraio. Questo calo può essere attribuito all’aggressivo inasprimento della politica monetaria della Banca d’Inghilterra, che ha avuto un impatto sull’attività immobiliare.

Anche le approvazioni per remortgaging, comprese solo quelle con diversi istituti di credito, sono crollate a £ 25.000 (€ 28.800), raggiungendo il punto più basso da luglio 2012. Queste tendenze segnalano un approccio cauto sia tra gli acquirenti che tra i proprietari di case di fronte all’aumento dei tassi di interesse.

Si profilano cambiamenti in materia fiscale

L’Institute for Fiscal Studies (IFS) ha previsto un significativo aumento delle tasse pari a circa 3.500 sterline (4.046 euro) per famiglia entro le prossime elezioni generali. Questo aumento fiscale previsto rappresenterebbe circa il 37% del reddito nazionale, in aumento rispetto al 33% circa del 2019. Il governo del Regno Unito è destinato a raccogliere oltre 100 miliardi di sterline (115,5 miliardi di euro) in più di entrate fiscali ogni anno a causa di questi cambiamenti.

Ben Zaranko, economista ricercatore senior presso l’IFS, ha osservato che questo spostamento verso una tassazione più elevata non è solo il risultato della pandemia, ma riflette anche l’aumento della spesa pubblica, i cambiamenti demografici, le pressioni sanitarie e l’allentamento delle misure di austerità. Si tratta di uno sviluppo che potrebbe avere implicazioni per il mercato immobiliare e per l’economia in generale.

Un raggio di speranza in mezzo al calo dei prezzi

Nonostante queste sfide, c’è un barlume di speranza nel mercato immobiliare del Regno Unito. La domanda degli acquirenti ha visto una ripresa, con un aumento del 12% nelle richieste agli agenti immobiliari dal fine settimana festivo di agosto, tuttavia, questo aumento della domanda è parzialmente stagionale.

See also  La catena di farmacie Rite Aid dichiara bancarotta a causa del calo delle vendite e delle cause legali sugli oppioidi: NPR

In aumento anche la fiducia dei consumatori, sostenuta dalla prospettiva di tassi ipotecari più bassi nei prossimi mesi.

Guardando avanti

Mentre i prezzi delle case sono diminuiti dello 0,5% nell’ultimo anno, con il sud-est e l’est dell’Inghilterra che hanno registrato i cali più significativi con l’1,5%, si prevede che i prezzi continueranno a scendere leggermente per tutto l’autunno. Si prevede che il mercato immobiliare del Regno Unito concluderà l’anno con i prezzi delle case inferiori di circa il 2%-3% rispetto all’inizio dell’anno, sebbene ancora più alti del 17% rispetto ai livelli pre-pandemia.

La chiave per rivitalizzare il mercato immobiliare potrebbe risiedere nella riduzione dei tassi ipotecari, che potrebbe aumentare l’accessibilità economica e attrarre più acquirenti. Poiché gli istituti di credito iniziano a offrire tassi ipotecari fissi competitivi inferiori al 5%, c’è la speranza che gli acquirenti ritornino in numero maggiore, sostenendo le vendite e i prezzi.

Il mercato immobiliare del Regno Unito sta attraversando un periodo di transizione caratterizzato da cali dei prezzi, cambiamenti fiscali e cambiamenti nelle preferenze degli acquirenti. Con l’evolversi dei fattori economici, il percorso futuro del mercato rimane incerto e il potenziale di tassi ipotecari più bassi potrebbe svolgere un ruolo fondamentale nella sua ripresa.

Leave a Comment