Il Regno Unito aumenterà le esportazioni di energia quest’inverno dopo il crollo dei prezzi del carbonio

Il Regno Unito aumenterà le vendite di energia elettrica al continente quest’inverno poiché il crollo dei prezzi del carbonio renderà più economica la produzione di elettricità negli impianti a gas e carbone.

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) – Il Regno Unito aumenterà le vendite di energia elettrica al continente quest’inverno poiché il crollo dei prezzi del carbonio renderà più economico produrre elettricità negli impianti a gas e carbone.

È probabile che i costi rimangano più bassi nel Regno Unito, spingendo maggiori esportazioni lungo cavi sottomarini verso Francia, Paesi Bassi e Belgio. Anche se la Gran Bretagna rimarrà nel complesso un acquirente, le importazioni nette verso l’isola sono previste appena al di sotto dei quattro terawattora nel primo trimestre, ovvero la metà rispetto a un anno prima, ha affermato S&P Global Commodity Insights, senza suddividere le esportazioni effettive.

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

Il divario dei prezzi è una conseguenza della recente decisione del governo britannico di alleggerire il peso sugli emettitori come parte delle riforme del mercato. Quest’anno l’eccesso di permessi ha fatto scendere i prezzi del carbonio del 50%, rispetto a meno del 3% per i futures dell’Unione Europea. Ciò significa un vantaggio competitivo per il parco di centrali elettriche del Regno Unito rispetto a quelle del continente.

“Gli impianti di gas europei vengono normalmente spediti prima del Regno Unito, ma l’ordine è cambiato”, ha affermato Jean-Paul Harreman, direttore della società di consulenza industriale EnAppSys BV. “Ciò significa che la Gran Bretagna probabilmente invierà più energia del solito ai suoi vicini del continente quest’inverno, o ne importerà meno”.

Il prezzo del carbonio vuole essere un deterrente all’inquinamento. Per ogni tonnellata di emissioni rilasciate, le fabbriche e le centrali elettriche a combustibili fossili devono acquistare un permesso. Questi, insieme al prezzo del carburante, sono componenti chiave dei costi di generazione.

In un documento che descrive in dettaglio la sua decisione di giugno di rilasciare permessi aggiuntivi, il Dipartimento per la sicurezza energetica e lo zero netto del governo britannico ha affermato che l’intenzione era quella di concedere ai partecipanti al mercato “il tempo per adattarsi” e “agevolare” la transizione verso lo zero netto.

See also  Il regista britannico Terence Davies muore a 77 anni: NPR

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

Ma dopo il crollo dei prezzi nel Regno Unito a circa 37 sterline a tonnellata, le quote vengono scambiate a circa la metà del livello di quelle del continente. Lo sconto è vicino al suo livello più ampio da quando il sistema britannico si è separato dall’UE più di due anni fa.

“Una cosa almeno chiara è che le importazioni del Regno Unito sarebbero più elevate se non fosse per questa differenza di prezzo del carbonio”, ha affermato Fabian Ronningen, analista energetico presso Rystad A/S. La Gran Bretagna potrebbe addirittura diventare un esportatore netto quest’inverno se le forniture continentali cominciassero a scarseggiare, ha affermato.

Ciò significa che potrebbe avere più senso per i commercianti in Francia, ad esempio, importare dal Regno Unito e pagare una tariffa aggiuntiva per trasportare l’elettricità attraverso gli interconnettori piuttosto che pagare gli impianti nazionali per generarla.

Questa settimana, i prezzi dell’elettricità nel Regno Unito per il primo trimestre del prossimo anno sono stati pari a circa 124 sterline per megawattora, circa il 2% in meno rispetto al prezzo francese equivalente di 147 euro.

Mentre una maggiore domanda dall’estero rappresenterebbe una spinta per i generatori, tra cui il colosso delle materie prime Vitol Group e le utility tedesche RWE AG e Uniper SE, è dannoso per l’inquinamento interno. Secondo lo stratega di BNP Paribas James Huckstepp, la scorsa settimana le emissioni del settore energetico del Regno Unito hanno raggiunto il livello più alto in sei mesi.

See also  Ice Norvegia passa all'IMS cloud-native di Mavenir su Red Hat OpenShift nell'ambito dell'espansione del progetto strategico

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

Se le forniture a volte saranno scarse quest’inverno, le esportazioni programmate potrebbero portare a prezzi più alti in Gran Bretagna. National Grid Plc ha dichiarato nelle sue previsioni per l’inizio dell’inverno che prevede un inverno più confortevole quest’anno con più batterie su scala di rete, che aiutano a distribuire energia rinnovabile, ampliando il buffer di fornitura.

Gli investitori chiedono chiarezza su come il governo intende regolare i prezzi del carbonio in futuro. Si tratta di un driver di prezzo per la costruzione di sistemi di stoccaggio dell’energia, che proprio come gli impianti a gas sono flessibili e possono essere utilizzati in periodi di forte domanda.

“Anche se quest’inverno potremmo vedere energia più economica dalle centrali elettriche a gas, il governo deve essere più chiaro riguardo al costo del carbonio in futuro”, ha affermato Tom Vernon, amministratore delegato di Statera Energy Ltd., che sta sviluppando centrali a gas nel Regno Unito. “Una maggiore chiarezza fornirà maggiori certezze sulla fattibilità a lungo termine di questi impianti e di attività a basse emissioni di carbonio come le batterie”.

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Unisciti alla conversazione

Leave a Comment