Joe Biden arriva in Israele mentre si diffonde la rabbia per l’esplosione dell’ospedale di Gaza

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è atterrato in Israele mercoledì in mezzo a una tempesta di recriminazioni per un’esplosione in un ospedale di Gaza che, secondo funzionari palestinesi, ha ucciso centinaia di persone e ha infiammato le tensioni nella regione durante una delle peggiori guerre degli ultimi anni.

L’indignazione e le accuse per l’esplosione avvenuta martedì sera all’ospedale arabo Al-Ahli hanno messo in ombra la visita di Biden. Il viaggio del presidente vuole servire come dimostrazione di solidarietà nei confronti di Israele da parte del suo più stretto alleato durante la guerra contro Hamas a Gaza e sostenere il sostegno regionale durante quella che molti credono sarà una lunga campagna militare.

Dopo essere stato accolto all’aeroporto Ben Gurion dal primo ministro Benjamin Netanyahu e dal presidente Isaac Herzog, Biden avrebbe dovuto partecipare a una riunione del gabinetto di guerra israeliano, hanno riferito i media israeliani.

Dopo che martedì scorso è arrivata la notizia dell’esplosione, la Giordania, sostenitrice della causa palestinese, ha annullato i piani per un vertice ad Amman a cui avrebbero partecipato il re Abdullah, Biden, il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi e il presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas.

Abbas si è ritirato dal vertice e ha annunciato un periodo di lutto di tre giorni per quello che ha definito “una grande calamità e un atroce crimine di guerra”, in un commento citato dall’agenzia di stampa palestinese Wafa. Martedì sera sono scoppiate proteste a Ramallah e in altre parti della Cisgiordania occupata da Israele.

See also  Elon Musk rilascia il nuovo chatbot AI "Grok" nel tentativo di affrontare ChatGPT

I palestinesi hanno accusato Israele di essere responsabile dell’esplosione all’ospedale, che ha ucciso centinaia di persone in quello che è considerato uno degli incidenti più mortali della guerra iniziata il 7 ottobre dopo che Hamas ha lanciato un attacco mortale nel sud di Israele. La Mezzaluna Rossa Palestinese ha affermato che l’ospedale era pieno di donne, bambini, operatori sanitari e sfollati interni in cerca di rifugio.

L’esercito israeliano e Netanyahu hanno attribuito l’incidente a un razzo lanciato da Gaza dal gruppo militante della Jihad islamica palestinese che ha fatto cilecca ed è esploso. Netanyahu martedì ha detto che sono stati “barbari terroristi a Gaza ad attaccare l’ospedale di Gaza, e non l’IDF”.

L’ospedale si trova nella parte settentrionale di Gaza, che Israele ha bombardato pesantemente in vista di un’incursione di terra ampiamente attesa. Israele ha posto sotto assedio Gaza e ha ordinato alla gente di evacuare il nord del territorio la scorsa settimana, in un ordine di sfollamento di massa che ha colpito circa 1 milione di persone, ovvero quasi la metà della popolazione di Gaza, provocando quella che le agenzie umanitarie hanno definito una grave crisi umanitaria mentre i palestinesi fuggivano verso sud.

Gli Emirati Arabi Uniti, un alleato chiave nella regione con cui Israele ha stretto la pace negli Accordi di Abraham del 2020, hanno condannato quello che hanno definito “l’attacco israeliano che ha preso di mira l’ospedale battista Al-Ahli nella Striscia di Gaza, provocando la morte e il ferimento di centinaia di persone”. ”. Anche Turchia, Arabia Saudita e Giordania hanno accusato Israele dell’esplosione, e il re Abdullah l’ha definita un “massacro” e un crimine di guerra.

See also  Mercato azionario oggi: stabilizzazione dei rendimenti obbligazionari, grandi profitti societari, spingono presto Wall Street al rialzo

Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha condannato quello che ha definito un “attacco” all’ospedale e ha deplorato un attacco avvenuto all’inizio della giornata in una scuola gestita dall’agenzia per i rifugiati palestinesi UNRWA nel campo profughi di al-Maghazi a Gaza. Decine di migliaia di palestinesi hanno cercato rifugio nelle scuole e negli ospedali e Guterres ha sottolineato che “gli ospedali, le cliniche, il personale medico e le sedi delle Nazioni Unite sono esplicitamente protetti dal diritto internazionale”.

Secondo i funzionari sanitari palestinesi, il bombardamento israeliano dell’enclave costiera densamente popolata e fortemente urbanizzata ha già ucciso molti civili. Come nelle passate operazioni militari di Israele contro Hamas, la guerra ha portato accuse di aver preso di mira i civili. Israele lo nega e afferma che l’obiettivo della sua attuale guerra è eliminare la leadership di Hamas da Gaza.

Israele ha dichiarato guerra dopo i raid di Hamas nel sud di Israele, che hanno ucciso, secondo le autorità israeliane, più di 1.400 persone, per lo più civili, nelle comunità confinanti con il territorio.

Netanyahu ha affermato lunedì che Hamas fa “parte dell’asse del male che comprende anche l’Iran e Hezbollah”, un riferimento al gruppo militante con sede in Libano, con il quale ha avuto uno scontro a fuoco al confine settentrionale la scorsa settimana.

“Questa è una lotta tra i figli della luce e i figli delle tenebre, tra l’umanità e la legge della giungla”, ha detto Netanyahu.

Leave a Comment