La rischiosa strategia di difesa di Sam Bankman-Fried deve affrontare una dura prova

Sam Bankman-Fried tornerà alla sbarra oggi dopo che l’ex prodigio ha dovuto affrontare una discussione di quattro ore che ha messo in luce incongruenze nella sua affermazione di non aver frodato i clienti di FTX, il suo scambio di criptovalute in bancarotta.

Bankman-Fried ha fatto alcune ammissioni bomba. Il più grande ha coinvolto Alameda Research, l’hedge fund gemello da lui controllato che è al centro di un collasso che è costato miliardi a investitori, partner commerciali e clienti. Interrogato, ha ammesso di aver svolto un ruolo più importante ad Alameda prima che implasse.

La sua decisione di testimoniare è stata a lungo considerata rischiosa, e questo è diventato più chiaro ieri. Il 31enne, che rischia quasi una vita in prigione con l’accusa di frode e riciclaggio di denaro, ha risposto bruscamente “sì”, “no” e diversi “non sono sicuro”, quest’ultimo attirando rimproveri da parte del giudice. La performance ha inferto un potenziale colpo alla sua credibilità agli occhi dei giurati.

Il procuratore capo ha usato le stesse parole di Bankman-Fried contro di lui. Danielle Sassoon ha lavorato per il giudice della Corte Suprema Antonin Scalia, che le ha insegnato a sparare con una pistola “e mi ha fatto sentire come se avessi grinta”. Quello stile accusatorio è emerso quando ha confrontato Bankman-Fried con le sue stesse dichiarazioni ai giornalisti, su Twitter e altrove che sembravano contraddire la sua tesi secondo cui aveva sempre le spalle ai suoi clienti.

Ecco cos’altro abbiamo imparato:

  • Alameda aveva una linea di credito quasi illimitata di 65 miliardi di dollari con FTX. Bankman-Fried ha ammesso questo dettaglio ieri dopo che Sassoon ha mostrato ai giurati un estratto di un’intervista che aveva rilasciato a Zeke Faux per il nuovo libro del reporter di Bloomberg News, “Number Go Up”.

  • Bankman-Fried ha ammesso che Alameda non è soggetto alle stesse regole di credito degli altri clienti FTX – un punto che ha sottolineato per la prima volta al DealBook Summit dello scorso anno in un’intervista con Andrew, che il pubblico ministero ha citato ieri – e ha ammesso che gli investimenti di rischio di Alameda erano troppo grandi e comportavano troppi rischi sui bilanci dell’hedge fund.

  • Bankman-Fried ha cercato di minimizzare la copertura mediatica su di lui e FTX. “Non ero d’accordo praticamente con ogni articolo scritto su di me” dopo il collasso di FTX, ha detto.

Le domande più difficili potrebbero trovarsi davanti a noi. Tre dei più stretti colleghi di Bankman-Fried si sono dichiarati colpevoli e hanno testimoniato contro di lui. Bankman-Fried si è dichiarato non colpevole ma non ha offerto molto per contraddire la loro testimonianza. E l’accusa non ha ancora esercitato pressioni su Bankman-Fried sugli eventi che hanno immediatamente accelerato la spettacolare caduta di FTX alla fine dello scorso anno.

L’inflazione nell’Eurozona si raffredda mentre l’economia rallenta. Nel mese di ottobre i prezzi al consumo sono aumentati del 2,9% meno del previsto, il livello più basso in più di due anni. Ma il PIL del terzo trimestre è sceso dello 0,1%, peggio del previsto, poiché una serie di aumenti dei tassi di interesse hanno rallentato la crescita. Domani l’attenzione sarà puntata sulla Fed, che dovrebbe lasciare invariati i tassi statunitensi.

See also  Il prezzo del Bitcoin (BTC) salirà a $ 38.000? Interviene un noto analista

Le azioni della BP crollano dopo che i suoi utili non hanno rispettato le previsioni degli analisti. Il colosso petrolifero ha registrato un utile netto rettificato di 3,29 miliardi di dollari per il terzo trimestre, ben al di sotto dei 4,05 miliardi di dollari attesi da Wall Street, a causa del calo dei prezzi del petrolio e della performance deludente nel commercio del gas. Allo stesso modo, l’Arabia Saudita ha dichiarato che il suo PIL si è ridotto del 4,5% rispetto a un anno fa dopo aver tagliato la produzione di petrolio.

Samsung mostra una ripresa nel mercato globale dei chip per computer. Il colosso sudcoreano dell’elettronica ha registrato un aumento dei profitti del 262% su base trimestrale, in gran parte grazie al miglioramento delle vendite di chip di memoria. Questa è una buona notizia per un settore che ha subito un eccesso di scorte. Passando ad altre notizie sui chip, secondo quanto riferito dal Wall Street Journal, Nvidia potrebbe annullare ordini di chip AI per un valore di 5 miliardi di dollari destinati ai clienti cinesi a causa dei controlli sulle esportazioni statunitensi.

X ora si valuta a soli 19 miliardi di dollari. Ieri il social network ha concesso azioni in borsa ai dipendenti a quella valutazione, circa il 55% in meno rispetto ai 44 miliardi di dollari che Elon Musk ha pagato per l’azienda l’anno scorso. Ciò sembra riflettere l’interruzione avvenuta da allora nel business, anche se Musk la scorsa settimana ha promesso ai dipendenti che X stava per diventare una super-app.

Ieri la General Motors ha stretto un accordo provvisorio con la UAW, l’ultima delle tre principali case automobilistiche di Detroit a farlo dopo settimane di scioperi punitivi che sono costati miliardi alle società.

Gli accordi sono visti come una rivendicazione della campagna a mani nude della UAW. Ma verificheranno anche se le Tre Grandi si sono messe in una situazione di svantaggio finanziario in un momento cruciale per il loro settore.

La UAW ha scommesso molto su una strategia insolita per ottenere concessioni poiché cercava di riaffermare il potere del lavoro organizzato, in particolare nel settore automobilistico. (I dipendenti di Ford, GM e Stellantis rappresentano solo 146.000 dei suoi 400.000 membri.)

Secondo il Wall Street Journal, un gruppo di outsider, tra cui tre trentenni che non avevano mai lavorato in una fabbrica, hanno contribuito a creare il nuovo codice di sciopero del sindacato. Ciò includeva prendere di mira tutte e tre le società di Detroit contemporaneamente, oltre a far uscire i lavoratori da fabbriche selezionate.

Resta da vedere quale peso gli accordi imporranno alle case automobilistiche. I dirigenti del settore hanno sostenuto che non potrebbero sostenere troppi costi aggiuntivi durante la transizione ai veicoli elettrici (anche se la domanda di questo tipo di auto e camion sembra essere rallentata). E rivali come Tesla e case automobilistiche di proprietà straniera come Toyota, i cui lavoratori non sono rappresentati dalla UAW, non devono affrontare tali spese, anche se il sindacato ha chiarito che ora intende provare a organizzare la forza lavoro di quelle aziende.

See also  Bankman-Fried ha chiesto bilanci "alternativi" per Alameda, testimonia l'ex amministratore delegato

I dirigenti e gli analisti del settore automobilistico affermano che i costi sono gestibili. Mary Barra, amministratore delegato di GM, ha affermato ieri che l’accordo provvisorio “riflette il contributo del team e ci consente di continuare a investire nel nostro futuro e creare buoni posti di lavoro negli Stati Uniti” Steve Patton, leader del settore della mobilità per la società di consulenza EY , ha detto al Times, “Sono abbastanza certo che l’accordo non sarebbe stato firmato se non fossero stati sicuri di poter rimanere competitivi”.

  • Nelle notizie correlate, Stellantis ha affermato che lo sciopero della UAW le è costato circa 3,2 miliardi di dollari di entrate nel terzo trimestre, controbilanciate da vendite migliori del previsto.


Una sfida legale a lungo termine contro Apple potrebbe improvvisamente emergere come una potenziale interruzione per uno dei suoi gadget più venduti, l’Apple Watch.

La scorsa settimana, la International Trade Commission, un’agenzia indipendente e apartitica, si è pronunciata contro Apple in una causa per violazione di brevetto intentata dalla società di tecnologia medica Masimo e da un’azienda affiliata, Cercacor Laboratories. Le aziende sono note per la loro tecnologia del pulsossimetro per monitorare il flusso sanguigno; Apple ha introdotto il suo primo orologio con questa funzionalità nel 2020.

La decisione potrebbe portare a un divieto di importazione di Apple Watch e a un ordine di cessazione e desistenza sulle vendite a partire dal 26 dicembre.

Peter Coy del Times scrive:

Entrambe le parti concordano sul fatto che Apple abbia cercato un incontro con Masimo quando stava esplorando l’aggiunta della pulsossimetria all’Apple Watch. Apple ha firmato un accordo di riservatezza. Nel 2013 si è tenuto un incontro. A questo punto le storie differiscono. Joe Kiani, l’ingegnere elettrico che ha fondato Masimo nel 1989 e ne è tuttora amministratore delegato, mi ha detto venerdì che Apple ha deciso che invece di pagare licenze per utilizzare la tecnologia, creare una joint venture o acquistare Masimo, Cercacor o entrambi, ha deciso di effettuare “assunzioni strategiche” di dipendenti chiave. Apple afferma di aver concluso che la tecnologia di Masimo non era adatta per un dispositivo consumer, quindi è andata in una direzione diversa. (Anche se ovviamente ha assunto i dipendenti chiave di Masimo.)

La lotta è lungi dall’essere finita poiché le aziende stanno combattendo in altri tribunali. Apple afferma di rispettare la proprietà intellettuale delle altre società e accusa Masimo di litigare piuttosto che di innovare. Il colosso della tecnologia potrebbe presentare ricorso contro l’ordinanza dell’ITC.

Kiani ha detto a Peter che la sua campagna ha un grande obiettivo: “È convincere Apple a cambiare i suoi modi”.


McGuire, che quasi dieci anni fa supervisionò casi di terrorismo e corruzione pubblica come procuratore federale a Manhattan, ha affermato che intendeva attingere alla sua esperienza come uno degli alti funzionari della città per aiutare i clienti a risolvere i loro complessi problemi legali e politici.

McGuire è stato il principale consigliere legale del sindaco. Durante il suo mandato, ha ampliato il ruolo – che in genere prevedeva la consulenza su questioni che coinvolgevano il municipio – includendo la supervisione di un portafoglio di agenzie che in passato avrebbero riferito a un vicesindaco. Tra le questioni su cui si è concentrato c’erano alcune delle maggiori sfide di New York, dalla malattia mentale alla crisi dei migranti.

Kathryn Wylde, amministratore delegato della Partnership for New York City sostenuta da Wall Street, ha elogiato il lavoro di McGuire nel municipio. “Brendan ha assunto il ruolo di consulente legale senior in una nuova amministrazione che non era immersa nelle proprietà legali ed etiche del municipio e li ha guidati attraverso una serie di conflitti e questioni difficili”, ha affermato.

Questo lavoro si basa sugli anni trascorsi da McGuire come alto procuratore nel distretto meridionale di New York. dove ha contribuito a condannare il trafficante d’armi russo Viktor Bout, un pirata somalo e più di una mezza dozzina di ex funzionari eletti della città e dello stato. (Quel lavoro ha continuato il lungo mandato della sua famiglia nelle forze dell’ordine: è il figlio di un commissario di polizia di New York City e il nipote di un ispettore della polizia di New York.)

Dopo aver lasciato il servizio pubblico per la prima volta, McGuire ha lavorato come partner presso lo studio dei colletti bianchi di WilmerHale.

Alla domanda su cosa distinguesse il suo lavoro per Adams dalla sua precedente esperienza come pubblico ministero, così come il suo precedente periodo in uno studio privato, McGuire ha citato l’ampiezza delle sfide che ha dovuto affrontare – e “la portata più ampia di strumenti che possono essere utilizzati per affrontarle”.

Offerte

  • La società di archiviazione dati Western Digital ha dichiarato che si dividerà in due, dopo aver fallito la fusione con il produttore giapponese di semiconduttori Kioxia. (FT)

  • Secondo quanto riferito, Jack Cooper, una società di autotrasporto privata, sta lavorando a un’offerta pubblica di acquisto per Yellow, un rivale il cui fallimento potrebbe portare a perdite per il governo federale. (Reuters)

  • Il governo spagnolo sta valutando un investimento in Telefónica per contrastare Saudi Telecom, che ha accettato di acquistare una quota del 10% nel colosso wireless. (Bloomberg)

Politica

Meglio del resto

  • La FIFA ha bandito Luis Rubiales, ex capo della federazione calcistica spagnola, dallo sport per tre anni dopo aver baciato con la forza un giocatore dopo la finale della Coppa del Mondo femminile di agosto. (NYT)

  • “L’Apocalisse della raccolta delle mele nello stato di New York” (NYT)

Ci piacerebbe il tuo feedback! Si prega di inviare pensieri e suggerimenti via e-mail a dealbook@nytimes.com.

Leave a Comment