L’invecchiamento dell’autostrada ostacola il piano tedesco di erigere enormi mulini a vento

L’autostrada tedesca è nota per la sua velocità illimitata. Ma le sue infrastrutture obsolete non sono all’altezza del compito di sostenere le enormi torri di mulini a vento e le pale dei rotori necessarie per la transizione energetica del paese, e gli sviluppatori lamentano che le autostrade stanno ora rallentando il progresso.

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — L’autostrada tedesca è nota per la sua velocità illimitata. Ma le sue infrastrutture obsolete non sono all’altezza del compito di sostenere le enormi torri di mulini a vento e le pale dei rotori necessarie per la transizione energetica del paese, e gli sviluppatori lamentano che le autostrade stanno ora rallentando il progresso.

All’inizio di quest’anno, i trasportatori tedeschi hanno effettuato una noiosa deviazione trasportando le pale del rotore dal porto di Brema a un parco eolico onshore nel nord del paese. Invece di un percorso autostradale che normalmente dura circa tre ore, le curve strette e le restrizioni sulle dimensioni li hanno costretti a trascorrere tre notti percorrendo una distanza tripla su strade alternative.

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

I produttori di turbine eoliche affermano che tali situazioni stanno diventando un evento regolare, avvertendo che l’autostrada tedesca – una volta acclamata per la sua efficienza e velocità illimitata – si è trasformata in un enorme ostacolo per gli obiettivi climatici del paese. Per raggiungere l’obiettivo di generare l’80% dell’elettricità da fonti pulite entro il 2030, la Germania dovrà costruire circa sei nuovi mulini a vento ogni giorno, richiedendo circa 60.000 trasporti stradali all’anno.

Se le turbine non potranno essere costruite come previsto, la transizione verde della Germania sarà “sull’orlo del collasso”, hanno avvertito più di 30 associazioni imprenditoriali in una recente dichiarazione.

Il problema è che la rete autostradale del paese è stata in gran parte costruita nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale, e la sua infrastruttura non è adatta a trasportare enormi pale di rotori e segmenti di torri di acciaio, che possono essere lunghi circa 35 metri (115 piedi) e pesare 80 tonnellate. Anche se questa potrebbe essere una sfida ovunque, anche i trasporti merci regolari si trovano ad affrontare crescenti restrizioni in Germania poiché le strade e i ponti in deterioramento sono spesso chiusi ai camion.

“Se i ritardi persistono, corriamo il rischio che la transizione energetica rimanga bloccata sulla strada”, ha affermato Hendrik Peterburs, responsabile della logistica globale presso Enercon, il produttore di turbine eoliche le cui pale hanno recentemente effettuato la lunga deviazione da Brema.

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

Già nella prima metà di quest’anno Enercon ha registrato 70 consegne in ritardo relative a turbine eoliche. Ciascuno di questi ritardi può costare fino a 10.000 euro (10.859 dollari) per una singola pala del rotore, ha affermato Peterburs, poiché i macchinari devono essere noleggiati per un periodo più lungo e scattano sanzioni contrattuali.

See also  Fumio Kishida chiede fondi per "investire" nel futuro del Giappone

Per alcuni produttori l’inaffidabilità delle autostrade comporta gravi ritardi. Quest’estate la SIAG Tube und Tower GmbH, un produttore di massicce torri in acciaio per turbine eoliche con sede a Lipsia, ha dovuto ridurre la produzione di un terzo perché gli impianti di stoccaggio erano pieni e i componenti non potevano essere trasportati.

La situazione è aggravata dalla tendenza dell’industria eolica a costruire componenti più grandi per rendere più efficiente la produzione di energia su terra e mare.

Anche l’ammodernamento dei vecchi parchi eolici – di cui ce ne sono circa 13.600 in Germania – è una sfida, con lo smantellamento dei componenti usati diminuito del 20% lo scorso anno, secondo i dati del settore. Frank Kreimer, direttore della logistica della Hagedorn GmbH, che spesso porta al riciclaggio le turbine eoliche obsolete, attribuisce la colpa del calo alla situazione stradale.

Anche lo spostamento delle attrezzature necessarie per assemblare i mulini a vento è difficile. Recentemente la Wasel GmbH, specialista in logistica, non ha ottenuto l’autorizzazione a spostare una gru cingolata, che è rimasta bloccata per otto settimane. Il direttore Matthias Wasel afferma che nei suoi viaggi deve regolarmente aggiungere deviazioni di circa 70 chilometri per utilizzare l’unico ponte che gli permette di attraversare il fiume Reno con i suoi veicoli pesanti.

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

Trovare soluzioni

La risoluzione dei problemi potrebbe richiedere molti anni e costare miliardi in investimenti infrastrutturali. Il governo si è impegnato a spendere 12,8 miliardi di euro per migliorare le strade interregionali solo il prossimo anno, in considerazione delle aspettative di un aumento del traffico di camion. Ma le aziende affermano che alcune altre soluzioni a breve termine potrebbero aiutare ad alleviare le tensioni dei produttori, ad esempio accelerando le autorizzazioni.

I tempi di approvazione per il trasporto di grandi pezzi di turbine eoliche si estendono fino a tre mesi, ha affermato Andreas Petzold, direttore del produttore di turbine eoliche Nordex.

“Processi inefficienti, mancanza di trasparenza e debolezze nella comunicazione e nel coordinamento delle autorità coinvolte portano a enormi ritardi, nonché a considerevoli costi aggiuntivi”, ha affermato.

Nelle ultime settimane sono pendenti circa 15.000 permessi. Il ministero dei trasporti tedesco afferma che un nuovo strumento digitale sta aiutando a smaltire il ritardo e un nuovo sistema a livello nazionale accelererà ulteriormente il processo.

See also  World Travel Market Londra: i leader del settore parlano di turismo verde, conservazione e "vacanze lente"

Tuttavia, le autorizzazioni finali verranno concesse dalle autorità locali dei 16 Länder tedeschi, ha detto un portavoce. Il ministero dell’Economia ha affermato che ulteriori misure per alleviare i problemi logistici devono essere attuate “rapidamente”.

Pubblicità 5

Contenuto dell’articolo

In altri paesi dell’UE come i Paesi Bassi o la Svezia, tali processi sono completamente digitalizzati e le autorizzazioni vengono concesse entro quattro giorni, secondo Peterburs di Enercon. In Francia i trasporti pesanti sono vietati sulle autostrade private, spiega Petzold di Nordex, ma è necessaria una sola autorizzazione per l’intero paese, il che rende il processo più semplice che in Germania. Secondo lui, ovunque in Europa è più facile trasportare componenti eolici che lì.

Mentre gli sviluppatori di energia eolica onshore sono particolarmente colpiti dai problemi autostradali della Germania – data la dimensione dei loro componenti – anche altri settori sono colpiti.

L’operatore di rete Tennet TSO – che deve costruire 11.000 chilometri di linee elettriche, pali e convertitori in tutto il paese per collegare gli impianti rinnovabili – afferma che la situazione stradale complica l’implementazione della rete.

Nell’est del paese, il produttore di eliche navali Mecklenburger Metallguss GmbH fatica a utilizzare le strade per consegnare le sue merci di grandi dimensioni ai clienti. Una volta ha dovuto affrontare ritardi così gravi durante la consegna di una nuova elica sottomarina ai marines tedeschi che il cliente ha dovuto confrontarsi con le autorità stradali, evidenziando la sua necessità di rispettare gli obblighi della NATO.

“Attualmente si registrano ritardi significativi in ​​circa un terzo di tutti i cantieri”, afferma Bärbel Heidebroek, presidente dell’associazione tedesca dell’energia eolica BWE. “I problemi devono essere risolti adesso, prima che l’intero sistema si blocchi”.

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Unisciti alla conversazione

Leave a Comment