Mercato azionario oggi: mercati stabili in Asia dopo che Israele ha dichiarato guerra in seguito all’attacco di Hamas a Gaza

BANGKOK (AP) – I prezzi delle azioni sono stati contrastati lunedì dopo che il governo israeliano ha dichiarato guerra mortale attacchi di Hamas dalla Striscia di Gaza.

I futures statunitensi sono scesi e i prezzi del petrolio hanno guadagnato più di 3 dollari al barile.

Il conflitto in Medio Oriente spesso solleva lo spettro di un aumento dei prezzi del petrolio, dato il rischio di interruzioni delle forniture.

“Interruzioni o escalation nella regione possono avere implicazioni di vasta portata per i mercati energetici, le catene di approvvigionamento globali e le dinamiche geopolitiche”, ha affermato Stephen Innes di SPI Asset Management in un commento.

I combattimenti non hanno ancora avuto alcun impatto evidente sulla produzione petrolifera, ma le escalation geopolitiche in Medio Oriente portano tipicamente a una risposta del tipo “prima compra, fai le domande, poi”, ha affermato.

I prezzi del petrolio erano scesi dai massimi della fascia media dei 90 dollari lo scorso mese negli ultimi scambi, per poi crollare bruscamente la scorsa settimana. All’inizio di lunedì, il petrolio greggio di riferimento statunitense è salito di 3,28 dollari a 86,05 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Venerdì ha raccolto 48 centesimi.

Il greggio Brent, la base del prezzo per il commercio internazionale, è avanzato di 3,11 dollari al barile arrivando a 87,69 dollari al barile.

Lunedì Tokyo e molti altri mercati asiatici sono rimasti chiusi per ferie. Shanghai ha riaperto dopo una settimana di vacanza, crollando di circa lo 0,7% a 3.088,94. In Australia, l’indice S&P/ASX 200 è salito dello 0,3% a 6.974,60. Il Sensex indiano è scivolato dello 0,4% a 65.744,95.

See also  DoorDash avverte i clienti che non lasciano la mancia che potrebbero dover affrontare un'attesa più lunga per i loro ordini di cibo

Il SET di Bangkok è sceso dello 0,7%.

Il mercato di Hong Kong è rimasto chiuso la mattina a causa dell’allerta tifone, ma avrebbe dovuto riaprire nel pomeriggio.

Il bilancio dei due giorni di combattimenti in Medio Oriente ha superato i 1.100 morti e migliaia di feriti da entrambe le parti. Gruppi militanti palestinesi hanno affermato di detenere più di 130 prigionieri da parte israeliana. La dichiarazione di guerra di Israele solleva la questione se lancerà un attacco di terra contro Gaza, che in passato ha provocato pesanti perdite.

Lo ha ordinato il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin Gruppo d’attacco della portaerei Ford navigare verso il Mediterraneo orientale per essere pronti ad assistere Israele, in una mossa intesa a contribuire a scoraggiare qualsiasi espansione regionale del conflitto.

Venerdì, Wall Street ha registrato un rally dopo che gli investitori hanno studiato le sfumature di a rapporto sorprendentemente forte sull’occupazione statunitense che inizialmente ha causato il crollo dei titoli azionari a causa dei timori che la pressione al rialzo sull’inflazione possa portare la Federal Reserve a farlo mantenere alti i tassi di interesse.

L’S&P 500 è salito dell’1,2% a 4.308,50, il Dow è balzato dello 0,9% a 33.407,58 e il Nasdaq composite è balzato in guadagno dell’1,6%, chiudendo a 13.431,34.

I rendimenti dei titoli del Tesoro sono aumentati in seguito alla pubblicazione del rapporto, e il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è nuovamente salito al livello più alto dal 2007. Era al 4,80% all’inizio di lunedì, in aumento rispetto al 4,72% di giovedì sera.

Wall Street odia gli alti tassi di interesse perché abbattono i prezzi per tutti i tipi di investimenti. E anche se il mercato del lavoro non ha ancora vacillato nonostante la Fed abbia alzato il tasso di interesse principale al livello più alto dal 2001, i tassi elevati contribuiscono a estinguere l’elevata inflazione rallentando l’intera economia. Ciò aumenta il rischio di una recessione in futuro.

See also  Come si sono comportati i migliori college durante l'anno, secondo US News & World Report

Tra i segnali potenzialmente incoraggianti per la Fed: a settembre i salari medi dei lavoratori sono aumentati a un ritmo più lento di quanto previsto dagli economisti. Anche se questo è scoraggiante per i lavoratori che cercano di tenere il passo con l’inflazione, potrebbe rimuovere una certa propensione da parte delle aziende a continuare ad aumentare i prezzi dei loro prodotti.

I rapporti di questa settimana sull’inflazione sia a livello al consumo che all’ingrosso sono i prossimi dati importanti prima che la Fed faccia il suo prossimo annuncio sui tassi di interesse il 1° novembre.

Un mercato del lavoro forte comporta anche alcuni vantaggi per i mercati finanziari nel breve termine. Ciò significa che l’economia sta ancora andando bene nonostante i tassi elevati, che potrebbero sostenere i profitti aziendali.

General Motors è cresciuta dell’1,9% dopo la Il sindacato United Auto Workers ha detto che non amplierà i suoi scioperi contro le tre case automobilistiche di Detroit. Il sindacato ha affermato che GM ha fatto una concessione rivoluzionaria alla sindacalizzazione degli stabilimenti di batterie per veicoli elettrici.

Questa settimana inizierà non ufficialmente la stagione dei rendiconti sugli utili per l’S&P 500, con Delta Air Lines, JPMorgan Chase e UnitedHealth Group tra le grandi aziende previste in calendario.

Nel commercio valutario, il dollaro è salito a 149,16 yen giapponesi da 149,11 yen venerdì sera. L’euro è rimasto invariato a 1,0553 dollari.

Leave a Comment