Come il lavoro è passato dal libretto rosso di Mao al grande business Love In

Otto anni fa, il cancelliere ombra del partito laburista John McDonnell brandiva in Parlamento il Libretto rosso di Mao Zedong. Mentre il partito si prepara per una campagna elettorale generale che i sondaggi d’opinione indicano che vincerà, i suoi vertici oggi preferiscono associazioni molto diverse da quelle del leader comunista cinese.

Contenuto dell’articolo

(Bloomberg) — Otto anni fa, il cancelliere ombra del partito laburista John McDonnell brandiva in Parlamento il Libretto rosso di Mao Zedong. Mentre il partito si prepara per una campagna elettorale generale che i sondaggi d’opinione indicano che vincerà, i suoi vertici oggi preferiscono associazioni molto diverse da quelle del leader comunista cinese.

Goldman Sachs Group Inc., Barclays Group Plc, Vodafone Group Plc e Google sono tra i grandi nomi aziendali che parteciperanno alla conferenza laburista che si terrà a Liverpool il mese prossimo, dove anche la voce del private equity – la British Private Equity and Venture Capital Association – sta facendo sentire la sua voce. per sostenere un evento

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

Dopo la mossa di McDonnell su Mao, che si è ritorta contro tra le risate della Camera dei Comuni, il Labour ha intrapreso un viaggio. L’obiettivo deve essere preso sul serio dopo che gli elettori di medio livello sono stati scoraggiati da McDonnell e da Jeremy Corbyn, altrettanto di sinistra, che ha guidato il partito verso una pesante sconfitta alle ultime elezioni generali del 2019.

See also  Bonus Blackjack Quest e Bitcoin al casinò Juicy Stakes

L’attuale leadership – Keir Starmer e la cancelliera ombra Rachel Reeves – sono anche ansiosi di conquistare la fiducia della comunità imprenditoriale il cui sostegno è stato fondamentale per Tony Blair prima della sua schiacciante vittoria nel 1997. Reeves è un ex economista della Banca d’Inghilterra che ha lavorato anche per una banca commerciale. Anche se i capi delle aziende potrebbero non essere entusiasti della prospettiva di tasse più alte e di una maggiore regolamentazione, molti sono desiderosi di sostenere un vincitore, e c’è sempre più l’idea che un governo laburista offrirebbe nuove opportunità.

È normale che le aziende partecipino alle conferenze del partito, ma si prevede che il livello di coinvolgimento a Liverpool sarà significativamente maggiore rispetto agli anni di Corbyn. È la prima volta che Goldman paga per sponsorizzare un evento della conferenza, cosa che la banca statunitense sta facendo attraverso il programma Goldman Sachs 10.000 Small Businesses. (Michael R. Bloomberg, proprietario di maggioranza di Bloomberg LP, è co-presidente del Goldman Sachs 10.000 Small Businesses Advisory Council.)

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

È anche la prima volta che importanti aziende britanniche come lo specialista in pensioni Phoenix Group Holdings Plc e Ovo Energy Ltd. sponsorizzano eventi alla conferenza laburista.

“Ero un ardente conservatore”

Un sostenitore della nuova direzione del Labour è Gareth Quarry, un uomo d’affari britannico che ha fatto fortuna con il reclutamento legale, anche in un’azienda da lui creata, la SSQ.

“Ero un ardente conservatore. Margaret Thatcher causò una carneficina, ma molti cambiamenti furono per il bene del Paese”, ha detto Quarry in un’intervista. Nel corso degli anni ha donato 75.000 sterline (91.850 dollari) ai conservatori, ma la donazione si è interrotta quando Boris Johnson è diventato primo ministro.

L’anno scorso Quarry si è rivolto al Labour e insieme a sua moglie ha donato 200.000 sterline per sostenere Starmer, che secondo lui è “equilibrato” e “disposto a essere duro”.

L’imprenditore ha anche investito in diverse startup sulla base di una vittoria laburista. “Se pensassi che i conservatori vinceranno alle prossime elezioni generali, mi terrei a bocca asciutta. Ma volevo entrare all’inizio del nuovo governo”, ha detto Quarry.

Il partito laburista ha anche migliorato il suo rapporto con le piccole imprese in vista delle elezioni generali che dovrebbero tenersi entro gennaio 2025.

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

“Dal momento dopo Corbyn, hanno cercato di riprendere il business”, ha detto Craig Beaumont, capo degli affari esteri presso la Federation of Small Businesses. Ciò comporta incontri con i presidenti del partito – tra cui Reeves e il segretario ombra degli affari Jonathan Reynolds – circa ogni quindici giorni, e Starmer ogni due mesi.

Esiste anche una rete di piccole imprese appositamente per il Labour, guidata dall’imprenditore Ibrahim Dogus, che ha avviato dopo che 5.000 microimprese hanno appoggiato i conservatori nel periodo precedente alle elezioni del 2015. “Il partito laburista ha trascurato per molto tempo molte piccole imprese nel Regno Unito. Ora abbiamo un partito impegnato a favore delle piccole imprese e dei lavoratori”.

Le aziende più grandi sono state corteggiate durante le colazioni laburiste e altri incontri, che sono stati soprannominati il ​​circuito delle “uova strapazzate e salmone affumicato”, una versione moderna della cosiddetta “offensiva dei cocktail di gamberi” del New Labour negli anni ’90.

Entrambe le parti

Tuttavia, molte aziende e gruppi imprenditoriali parteciperanno alla conferenza dei conservatori e dei laburisti, tra cui l’associazione di buyout BVCA, Barclays e Goldman. È opinione comune che il primo ministro Rishi Sunak sia una persona seria, mentre il ministro della città Andrew Griffith ha ricevuto elogi per la sua energica difesa della concorrenza e della deregolamentazione.

Pubblicità 5

Contenuto dell’articolo

TheCityUK, il gruppo di lobby per i servizi finanziari e professionali, organizza una cena al raduno conservatore a Manchester, sponsorizzato dalla banca americana JP Morgan, mentre sponsorizza anche eventi di bevande al raduno laburista insieme a Barclays. I biglietti per il Business Day dei conservatori sono andati esauriti a giugno, rispetto a settembre dello scorso anno, secondo una persona informata.

Ma secondo gli uomini d’affari e di politica, il vero interesse è guadagnare tempo con la squadra laburista, e soprattutto con il cancelliere ombra. “Reeves è una delle donne più richieste nel Regno Unito in questo momento”, ha affermato Alice Perry, direttrice associata di H/Advisers Cicero ed ex presidente del Comitato esecutivo nazionale laburista.

Il partito laburista prevede circa 200 partecipanti aziendali alla conferenza, con altri 200 in lista d’attesa. Complessivamente, 16.000 persone e imprese sono registrate per scendere a Liverpool: l’affluenza più grande mai registrata, secondo i dati registrati.

Per il settore dei servizi finanziari l’incontro di gennaio con Starmer e Reeves a Davos, in Svizzera, ha rappresentato un punto di svolta. Altri stanno cercando di ottenere l’accesso tramite i loro lobbisti adesso, con il Global Counsel di Peter Mandelson che gioca un ruolo nel facilitare gli incontri dei clienti con il team laburista. Boutique Hakluyt collega anche i dirigenti con i politici.

Pubblicità 6

Contenuto dell’articolo

Per saperne di più: Il partito laburista sceglie Hakluyt come consigliere per corteggiare gli affari prima del voto

Con il caos economico causato dal mini-bilancio dell’allora leader conservatrice Liz Truss un anno fa, due terzi dei professionisti della finanza ritengono che una vittoria laburista o una coalizione guidata dal partito sarebbe l’opzione preferita dal mercato, secondo un sondaggio di Bloomberg di questo mese.

See also  La Fed lascia nuovamente invariati i tassi di interesse, ma lascia la porta aperta a un altro rialzo

“Il partito laburista ha cambiato posizione”, ha affermato Frédérique Carrier, responsabile della strategia di investimento di RBC Wealth Management nelle isole britanniche e in Asia. “Le politiche della sua ala radicale corbynista – dall’imposizione di tasse più elevate sui redditi più alti alla nazionalizzazione dei servizi pubblici – hanno stato abbandonato.”

Soldi soldi soldi

L’amore si sta trasformando in denaro? Nella prima metà di quest’anno i conservatori hanno raccolto 22,3 milioni di sterline, rispetto ai 16,3 milioni di sterline dei laburisti. Tuttavia, le donazioni del Labour sono in aumento; ha ricevuto l’importo più alto per qualsiasi trimestre in un anno non elettorale dal 2014, nonostante il calo dei contributi da parte dei sindacati.

In quello che molti a sinistra sperano sia un momento simbolico, il barone dei supermercati David Sainsbury ha recentemente donato 3 milioni di sterline al Labour, dopo aver interrotto le sue donazioni al partito durante l’era Corbyn.

Pubblicità 7

Contenuto dell’articolo

Il ritorno di Sainsbury riflette un cambiamento più ampio di opinioni, secondo l’uomo d’affari Justin King, che gestiva l’omonima catena di supermercati e ora siede nel consiglio di amministrazione di Marks & Spencer Group Plc. I conservatori sotto Johnson “nella migliore delle ipotesi davano gli affari per scontati”, ha detto King in una telefonata. Il partito laburista ora “ha una storia imprenditoriale credibile” basata sulla stabilità finanziaria, “l’altura che storicamente era appannaggio dei conservatori”.

King non è membro di nessuno dei due partiti e non fa donazioni, ma altri lo sono, in parte grazie al ritorno di alcuni grandi nomi del passato, tra cui Michael Levy, il principale raccoglitore di fondi del Labour sotto Tony Blair.

Quando Levy si unì per la prima volta a questo nuovo gruppo di politici laburisti, “molti erano diffidenti” ed era difficile raccogliere fondi, ha detto Levy a Bloomberg News. Questo è cambiato.

I leader aziendali stanno “letteralmente sfondando la porta” per entrare negli eventi chiave della conferenza laburista, ha detto Levy. Gli imprenditori sono desiderosi di sostenere un cambiamento nel governo e anche “non vogliono che un partito dipenda fiscalmente dai sindacati”.

—Con l’assistenza di David Hellier, Greg Ritchie, Kitty Donaldson e Eamon Akil Farhat.

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Unisciti alla conversazione

Leave a Comment