L’Italia annuncia un budget di 24 miliardi di euro tra le preoccupazioni del mercato

Il primo ministro Giorgia Meloni vuole sostenere le famiglie numerose, tagliare le tasse e mettere più soldi nelle tasche dei lavoratori a basso e medio reddito.

ANNUNCIO

Lunedì il governo italiano ha annunciato il suo bilancio per il 2024, definendo una nuova serie di misure fiscali per un valore di circa 24 miliardi di euro tra tagli fiscali e aumento della spesa.

Secondo la preoccupazione di alcuni esperti, già preoccupati per le difficoltà delle finanze pubbliche italiane, ciò richiederà 15,7 miliardi di euro di prestiti aggiuntivi.

Il nuovo bilancio si discosta dal sobrio programma proposto da Giorgia Meloni l’anno scorso, quando il primo ministro seguì le caute orme del suo predecessore Mario Draghi.

Alla fine del mese scorso, la Meloni ha alzato la previsione del deficit pubblico per il 2024 al 4,3% del Pil, dal 3,7%.

Ciò le ha permesso di allentare le risorse per il suo budget, ma da allora gli investitori hanno chiesto un premio più elevato per detenere titoli di stato italiani.

Una delle priorità finanziarie della Meloni è sostenere le famiglie numerose, una mossa che è in linea con i suoi autoproclamati valori cristiani, ma cerca anche di alleviare le preoccupazioni relative all’invecchiamento della popolazione italiana.

Il bilancio prevede di esentare le madri dai contributi previdenziali se hanno due o più figli, e dal secondo figlio in poi è prevista l’assistenza gratuita all’asilo nido.

“Una donna che partorisce almeno due figli. . . ha già dato un importante contributo sociale”, ha affermato Meloni. “Questa misura aiuta a contrastare la narrativa secondo cui favorire il parto scoraggia le donne dal lavorare. Le due cose possono andare insieme”.

See also  Apple risolverà il bug dell'iPhone 15 accusato del surriscaldamento dei telefoni

Fiscalmente responsabile o è solo popolare?

Il governo italiano prevede inoltre di rendere più ricchi i redditi medi unendo gli scaglioni fiscali e diminuendo i contributi sui salari.

Attualmente chi guadagna 28.000 euro all’anno paga un’imposta sul reddito del 25%, mentre chi guadagna 15.000 euro paga un’imposta del 23%.

L’anno prossimo, i dipendenti con 28.000 euro beneficeranno invece di un’aliquota ridotta del 23%.

Oltre a ciò, verranno ridotti i contributi obbligatori sui salari dei lavoratori, il che, secondo Meloni, metterà 100 euro in più al mese nelle tasche di 14 milioni di italiani.

Queste politiche possono essere apprezzate da chi ha salari modesti, ma i critici del primo ministro la accusano di assecondare gli elettori.

Il leader italiano ha tuttavia affermato: “È un bilancio che considero molto serio, molto realistico, un bilancio che…”. . . concentra le risorse su alcune grandi priorità”.

Un’altra di queste priorità è il rafforzamento dei servizi pubblici italiani, poiché il bilancio ha stanziato 7 miliardi di euro per gli aumenti salariali del settore pubblico.

2,5 miliardi di euro andranno ai lavoratori del settore sanitario e sono previsti aumenti salariali anche per il personale di polizia e gli addetti ai servizi di sicurezza.

A fronte di questi costi aggiuntivi, si prevede che il debito italiano diminuirà solo marginalmente nei prossimi anni.

Si prevede una riduzione dal 140,2% del Pil nel 2023 al 139,6% nel 2026.

ANNUNCIO

Dopo l’annuncio della Finanziaria Meloni, il disegno di legge passerà ora al Parlamento italiano per essere approvato entro la fine dell’anno.

I mercati continueranno a reagire nelle prossime settimane, man mano che le agenzie di rating pubblicheranno le loro analisi dei piani.

See also  Il diamante Bleu Royal, una gemma "al top della sua categoria", venduto per quasi 44 milioni di dollari all'asta di Christie's

Molti attenderanno anche una reazione da parte della Commissione Europea, che dovrà approvare anche il bilancio italiano.

Leave a Comment