Mercato azionario oggi: Wall Street in rialzo dopo il rapporto sull’inflazione per ammorbidire quello che è stato un settembre doloroso

NEW YORK (AP) – Venerdì successivo Wall Street sale alcuni segnali incoraggianti sull’inflazionema settembre probabilmente chiuderà comunque con il mese peggiore dell’anno finora.

L’S&P 500 era in rialzo dello 0,6% nelle contrattazioni mattutine e sulla buona strada per la sua prima serie di vittorie consecutive di tre giorni del mese. Il Dow Jones Industrial Average era in rialzo di 77 punti, o dello 0,2%, a 33.743, alle 10:50 ora di New York, e il Nasdaq composito era in rialzo dell’1,1%.

Nike balza del 7,6% dopo aver riportato profitti migliori per l’ultimo trimestre di quanto previsto dagli analisti. La forza all’estero ha contribuito a compensare alcuni cali registrati nel Nord America.

Le azioni hanno ampiamente guadagnato terreno dopo che i rendimenti nel mercato dei titoli del Tesoro sono scesi ulteriormente dai livelli più alti in oltre un decennio. I rendimenti sono diminuiti dopo che un rapporto ha mostrato che la misura dell’inflazione che la Federal Reserve preferisce utilizzare è stata leggermente più fredda il mese scorso rispetto alle aspettative degli economisti.

Il rendimento dei titoli del Tesoro a 10 anni è tornato al 4,52% dal 4,58% di giovedì scorso. Questa settimana ha toccato il livello più alto dal 2007, in aumento rispetto al 3,50% di maggio e solo allo 0,50% nel 2020.

Quando i titoli del Tesoro, che sono considerati tra gli investimenti più sicuri possibili, pagano rendimenti più elevati, è meno probabile che gli investitori paghino prezzi elevati per azioni e altri investimenti più rischiosi. Questo è uno dei motivi principali per cui l’indice S&P 500 è sceso di circa il 4% a settembre, trascinando quello che era stato un grande guadagno per l’anno al di sotto del 13%.

See also  Morellato Group sceglie la piattaforma Aptean Retail Planning per una pianificazione strategica avanzata e un processo decisionale basato sui dati

I rendimenti dei titoli del Tesoro sono aumentati bruscamente mentre Wall Street fa i conti con una nuova normalità in cui è probabile che la Federal Reserve mantenga i tassi di interesse elevati più a lungo. La Fed sta cercando di spingere l’inflazione ancora elevata al di sotto del suo obiettivo, e il suo strumento principale, ovvero i tassi di interesse elevati, lo fa cercando di rallentare l’economia e danneggiando i prezzi degli investimenti.

Il tasso di interesse principale della Fed è al livello più alto dal 2001, e quello della banca centrale indicato la scorsa settimana che potrebbe tagliare tassi di interesse l’anno prossimo inferiori a quanto previsto in precedenza.

I dati economici di venerdì hanno mostrato non solo che l’inflazione è stata leggermente più bassa del previsto in agosto, ma lo è stata anche la crescita della spesa dei consumatori statunitensi. Ciò può essere positivo per l’inflazione perché significa che non vengono riversati così tanti dollari negli acquisti. Ciò a sua volta potrebbe incoraggiare meno le aziende a cercare di aumentare ulteriormente i prezzi. Ma potrebbe anche intaccare quello che è stato un grande fattore che ha tenuto l’economia americana fuori dalla recessione.

“È arrivato al punto di ebollizione durante un’estate calda, e la temperatura sta davvero iniziando a scendere”, ha affermato Brian Jacobsen, capo economista di Annex Wealth Management, riguardo alla crescita della spesa dei consumatori statunitensi. “I prezzi più alti dell’energia, il rimborso del debito dei prestiti studenteschi e i redditi reali disponibili che sono su una traiettoria discendente da giugno non sono di buon auspicio”.

I prezzi del petrolio sono balzati al livello più alto da più di un anno, il che sta mettendo sotto pressione l’economia aumentando i costi del carburante per tutti. Un barile di greggio americano è sceso dell’1,1% venerdì a 90,70 dollari, ma è ancora in forte aumento rispetto ai 70 dollari di giugno. Il greggio Brent, lo standard internazionale, è sceso dello 0,7% a 92,48 dollari al barile.

See also  L'ingresso di Israele a Gaza segna una nuova pericolosa fase della guerra

IL ripresa dei rimborsi dei prestiti studenteschi statunitensinel frattempo, potrebbe sottrarre più dollari alla spesa dei consumatori, contribuendo a mantenere a galla l’economia.

Un’altra minaccia più immediata per l’economia potrebbe colpire già questo fine settimana, mentre il governo degli Stati Uniti si avvicina ad un altro possibile chiusura federale. I mercati hanno generalmente resistito piuttosto bene durante le chiusure passate, ma per le prossime due settimane sono previsti alcuni rapporti economici cruciali.

L’ultimo aggiornamento mensile sul mercato del lavoro statunitense è previsto per la prossima settimana, mentre la settimana successiva arriveranno un paio di importanti rapporti sull’inflazione. La Fed ha insistito sul fatto che prenderà le prossime decisioni sui tassi di interesse in base a ciò che le diranno i dati sull’economia, il che potrebbe complicare le cose in vista della prossima riunione che si concluderà il 1° novembre.

A Wall Street, le azioni di Blue Apron sono salite del 133% dopo la La società di kit per pasti ha detto che sarebbe stata acquistata da Wonder Group per 13 dollari per azione in contanti in un accordo del valore di 103 milioni di dollari.

I titoli delle grandi aziende tecnologiche hanno contribuito a guidare il mercato, poiché sono visti come alcuni dei maggiori beneficiari dei rendimenti più facili nel mercato obbligazionario. Un guadagno dell’1,4% per Microsoft e un aumento del 2,1% per Nvidia sono state due delle forze più forti che hanno spinto l’S&P 500 al rialzo.

A controbilanciarli sono stati i titoli energetici, con quelli dell’S&P 500 che hanno ceduto l’1,7% come gruppo. Questa è stata di gran lunga la performance peggiore tra gli 11 settori che compongono l’indice a causa del calo dei prezzi del petrolio, ma rimangono i settori con le migliori performance del mercato dall’estate. Exxon Mobil ha ceduto l’1,8% e Schlumberger il 3,6%.

See also  Crisi immobiliare: siete disposti ad aspettare 6 mesi per affittare un monolocale a Parigi?

Nei mercati azionari esteri, gli indici sono saliti in Europa dopo la chiusura delle borse in gran parte dell’Asia.

___

Hanno contribuito gli scrittori di AP Business Matt Ott ed Elaine Kurtenbach.

Leave a Comment