Mercato azionario oggi: Wall Street punta al rialzo con la speranza che gli aumenti dei tassi della Fed appartengano al passato

Wall Street ha puntato verso i primi guadagni giovedì dopo gli Stati Uniti Lo ha indicato la Federal Reserve potrebbe non aver bisogno di frenare ulteriormente l’economia.

I futures degli industriali Dow Jones sono saliti dello 0,4% prima della campana e l’S&P 500 è salito dello 0,6%.

Mercoledì il presidente della Fed Jerome Powell ha dichiarato che la banca centrale non è sicura che il suo tasso di interesse principale sia abbastanza alto da garantire che l’inflazione elevata scenda al suo obiettivo del 2%. Ciò ha mantenuto viva la possibilità di ulteriori rialzi da parte della Fed. Ha anche detto che la Fed non sta prendendo in considerazione tagli ai tassi di interesse, che possono agire come steroidi per i mercati finanziari.

Ma Powell ha riconosciuto che il recente rialzo dei rendimenti dei titoli del Tesoro a lungo termine, e il crollo dei prezzi delle azioni che ha contribuito a provocarlo, stanno lavorando da soli per rallentare l’economia e potrebbero privare l’elevata inflazione del suo carburante. Se riescono a farlo con costanza, ha indicato, potrebbero aiutare la Fed a stimolare l’inflazione senza richiedere ulteriori aumenti dei tassi.

Anche l’incremento degli utili societari e delle fusioni sta spingendo i mercati al rialzo.

Starbucks è salito di oltre il 5% prima della pubblicazione del campanello di giovedì ricavi record nel quarto trimestre. Il colosso del caffè di Seattle ha aperto 816 nuovi negozi nel periodo, per un totale di oltre 38.000 punti vendita in tutto il mondo.

Le azioni Clorox sono balzate di quasi il 12% dopo che il produttore di candeggina ha facilmente superato gli obiettivi di profitto di Wall Street e PayPal è cresciuta del 6,5% grazie ai suoi ottimi risultati trimestrali.

See also  Il CEO di Krispy Kreme si dimetterà

Apple riporta dopo il campanello di giovedì.

Anche giovedì, Cedar Fair e Six Flags hanno detto che si fonderanno creare un operatore di parchi di divertimento in espansione con operazioni sparse in 17 stati degli Stati Uniti e tre paesi. Le azioni di entrambe le società sono aumentate di oltre il 9% questa settimana dopo che si sono diffuse le voci sull’accordo.

Il rapporto settimanale del governo sulle richieste di sussidio di disoccupazione arriverà giovedì, seguito venerdì dal rapporto completo sull’occupazione di ottobre.

All’inizio di questa settimana, il Dipartimento del Lavoro ha riferito che i datori di lavoro statunitensi ha pubblicato 9,6 milioni di offerte di lavoro a settembre, in aumento rispetto ai 9,5 milioni di agosto e un’ulteriore prova del fatto che il mercato del lavoro si è effettivamente scrollato di dosso gli aggressivi aumenti dei tassi di interesse della Fed.

Altrove, in Europa a mezzogiorno il CAC 40 francese è salito dell’1,9%, il DAX tedesco ha guadagnato l’1,6% e il FTSE 100 britannico è salito dell’1,2%.

Negli scambi asiatici, il benchmark giapponese Nikkei 225 ha guadagnato l’1,1% chiudendo a 31.949,89.

In Giappone, il primo ministro Fumio Kishida ha annunciato un pacchetto di stimoli economici del valore di circa 113 miliardi di dollari, inteso ad attutire il colpo sui bilanci delle famiglie derivante dall’aumento dell’inflazione e programmato per contrastare l’indebolimento del sostegno pubblico al suo governo. Il pacchetto prevede agevolazioni fiscali per privati ​​e aziende e sussidi per ridurre l’aumento dei costi energetici.

L’indice S&P/ASX 200 australiano è balzato dello 0,9% a 6.899,70. Il Kospi della Corea del Sud è salito dell’1,8% a 2.343,12.

See also  La maggior parte delle persone ha un rapporto malsano con il lavoro, secondo uno studio: "Enormi opportunità"

L’Hang Seng di Hong Kong ha guadagnato lo 0,8% a 17.230,59.

Ma l’indice Shanghai Composite è crollato dello 0,5% a 3.009,41 dopo che la banca centrale ha segnalato un calo dei prestiti immobiliari, il primo calo del genere dal 2005.

Nel commercio energetico, il greggio statunitense di riferimento ha aggiunto 1,23 dollari a 81,67 dollari al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il greggio Brent, lo standard internazionale, ha guadagnato da 1,25 dollari a 85,88 dollari al barile.

Il dollaro americano è sceso a 150,36 yen giapponesi da 150,96 yen. L’euro è costato 1,0633 dollari, rispetto a 1,0570 dollari.

Mercoledì, l’S&P 500 è salito dell’1,1% e i titoli industriali Dow hanno guadagnato lo 0,7%. Il Nasdaq composito è balzato dell’1,6%.

——

Leave a Comment