Revolut nomina il nuovo capo del Regno Unito mentre attende la licenza bancaria britannica

Sblocca gratuitamente il Digest dell’editore

Revolut ha nominato un nuovo amministratore delegato alla guida della sua entità britannica mentre una delle società fintech di maggior valore del paese attende una decisione finale chiave sulla sua offerta per una licenza bancaria nel suo mercato interno.

Il fintech ha nominato Francesca Carlesi, fondatrice e amministratore delegato dell’istituto di credito ipotecario digitale Molo, alla guida di Revolut NewCo UK, l’entità che ha richiesto una licenza bancaria nel Regno Unito. Inizierà il lavoro a dicembre, ha detto Revolut.

Carlesi, che ha lanciato l’istituto di credito digitale Molo nel 2017, ha precedentemente ricoperto ruoli presso Deutsche Bank e Barclays, nonché presso McKinsey e Bridgepoint Capital. Il suo predecessore James Radford ha lasciato Revolut a marzo dopo tre anni con la società, per guidare i servizi finanziari presso l’operatore di rete virtuale Lycamobile.

“Revolut è il futuro del digital banking. . . Ci sono così tante opportunità di crescita e non potrei essere più entusiasta di aprire la strada al Regno Unito. Abbiamo in programma grandi cose”, ha detto Carlesi.

La sua nomina arriva in un momento turbolento per la società, alla quale a settembre è stata concessa una proroga dei risultati annuali per il secondo anno consecutivo e che è ancora in attesa di una decisione cruciale sulla sua licenza bancaria nel Regno Unito, a più di due anni dalla richiesta. per uno. Il suo revisore BDO aveva avvertito all’inizio di quest’anno che le sue entrate rischiavano di essere “sostanzialmente errate” nei suoi conti ritardati del 2021.

See also  I membri italiani della coalizione rischiano un altro scontro con gli investitori

Richard Holmes, presidente di Revolut UK, ha dichiarato: “In qualità di fondatrice della sua fintech e avendo trascorso molti anni nel settore bancario, Francesca sa cosa serve per sfidare gli operatori bancari storici e non vedo l’ora di celebrare i suoi successi qui in i mesi a venire.”

La nomina di Carlesi arriva anche dopo che il fintech in rapida crescita è stato colpito da una serie di partenze senior. Il direttore finanziario Mikko Salovaara ha dichiarato all’inizio di quest’anno che avrebbe lasciato l’app digitale “per motivi personali” dopo due anni di lavoro, per unirsi alla società estone di ride-hailing Bolt pochi mesi dopo.

Il direttore non esecutivo Kitty Ussher, ex deputato e segretario economico del Tesoro, si è dimesso dal consiglio di amministrazione del fintech all’inizio di questa settimana per assumere un nuovo ruolo di amministratore delegato di Barclays.

“Ovviamente il mio nuovo ruolo significa che devo anche, con uguale tristezza, dimettermi dal mio ruolo di direttore non esecutivo nel consiglio di amministrazione della filiale britannica di Revolut”, ha scritto Ussher in un post su LinkedIn. “Ho adorato stare su quella nave spaziale negli ultimi quattro e più anni. . . e non ho dubbi che l’organizzazione abbia un futuro molto entusiasmante”.

Revolut ha confermato la partenza di Ussher e l’ha ringraziata per il suo contributo all’azienda.

Revolut ha richiesto per la prima volta una licenza bancaria nel Regno Unito nel gennaio 2021 e ha ricevuto una licenza bancaria europea dalla Banca di Lituania nel dicembre dello stesso anno. Garantire una licenza nel suo mercato interno le consentirebbe di offrire nuovi servizi ai suoi quasi 8 milioni di clienti nel Regno Unito e le darebbe un sigillo di approvazione normativo che la aiuterebbe in altri mercati.

See also  Pepsi punta sul calo dei tassi americani?

Report aggiuntivo di Siddharth Venkataramakrishnan

Leave a Comment