Tether, importante emittente della stablecoin, congela 870.000 dollari legati ad attività criminali in Israele e Ucraina

Fonte: Unsplash

Il più grande emittente di stablecoin, Tether, ha annunciato il congelamento di 32 indirizzi associati a fondi criminali legati ad incidenti in Israele e Ucraina, per un totale di 870.000 dollari.

Il 16 ottobre, Tether ha dichiarato di aver collaborato con l’autorità israeliana di controllo della criminalità, NBCTF, per contrastare il terrorismo e la guerra finanziati dalle criptovalute. Tether afferma che sta collaborando con 31 paesi per congelare le finanze criminali, per un totale di beni congelati fino ad oggi di 835 milioni di dollari.

Congelando un indirizzo, significa che Tether limita la capacità di “inviare USDT” di quel portafoglio, il che significa che il proprietario non può trasferire fondi finché il blocco non viene revocato.

Lo ha detto il neo amministratore delegato di Tether, Paolo Ardoino;

“La criptovaluta è uno strumento potente, ma non è uno strumento per il crimine. Contrariamente alla credenza popolare, le transazioni di criptovaluta non sono anonime; sono le risorse più tracciabili e tracciabili. “

La capacità di Tether di congelare e restituire i fondi rubati agli utenti legittimi dimostra le nuove capacità innovative e il livello di sicurezza che le tecnologie blockchain possono apportare al sistema finanziario globale.

Ha anche aggiunto,

“Ogni transazione viene registrata sulla blockchain, rendendo possibile per chiunque tracciare i movimenti dei fondi. Di conseguenza, i criminali così stupidi da utilizzare criptovalute per attività illegali verranno inevitabilmente identificati.”

Dimostra inoltre che Tether è disposto ad agire per proteggere i propri utenti, rende più difficile per i criminali utilizzare la sua stablecoin per scopi di riciclaggio di denaro e aiuta a prevenire le frodi.

L’impegno di Tether nei confronti delle forze dell’ordine e i precedenti contributi alla trasparenza del settore delle criptovalute

La capacità di Tether di supportare le forze dell’ordine si basa non solo sulla capacità di seguire il movimento degli USDT mentre i malintenzionati spostano i fondi, ma anche di congelare USDT a seguito di adeguate procedure legali e valutazioni dei rischi.

See also  Il procuratore generale di New York fa causa alle società crittografiche Gemini, DCG e Genesis per "frode" di Reuters

Tuttavia, questa non è l’unica volta in cui Tether ha contribuito a migliorare la trasparenza e la reputazione del settore delle criptovalute. L’anno scorso, a ottobre, Binance Smart Chain ha subito un attacco informatico che ha comportato la perdita di 570 milioni di dollari.

Tether ha risposto rapidamente inserendo nella lista nera l’indirizzo incriminato non appena ha sospettato che il movimento dei token fosse il risultato di un attacco piuttosto che di qualcosa di più benigno.

Inoltre, nel novembre dello scorso anno, Tether ha congelato la sua stablecoin USDT per un valore di 46 milioni di dollari a seguito di una richiesta delle forze dell’ordine in relazione a un portafoglio FTX durante il crollo dell’exchange.

Dall’ottobre dello scorso anno, Tether ha collaborato a stretto contatto con le forze dell’ordine di tutto il mondo per assistere nelle indagini e contribuire a congelare oltre 360 ​​milioni di dollari di asset, di cui 101 milioni di dollari sono stati riemessi o sono in programma di riemissione.

Prevenire l’abuso di reti finanziarie integrali da parte di malintenzionati e sostenere l’applicazione della legge globale nella prevenzione della criminalità, del terrorismo e delle minacce critiche alla sicurezza nazionale è una parte fondamentale della costruzione di sistemi di pagamento moderni.

Ardoino afferma inoltre che;

“Tether resta impegnata a promuovere l’uso responsabile della tecnologia blockchain e a rappresentare una solida difesa contro la criminalità informatica; prevediamo con impazienza la continua collaborazione con le forze dell’ordine globali come parte del nostro impegno per la sicurezza globale e l’integrità finanziaria.”

Le misure proattive di Tether, in collaborazione con le forze dell’ordine a livello globale, sottolineano la capacità del settore delle criptovalute di contrastare efficacemente l’uso criminale. Ciò evidenzia la tracciabilità delle transazioni blockchain come potente deterrente contro le attività illecite.

See also  Il presidente della SEC Gensler conferma la revisione in corso degli ETF Bitcoin

Leave a Comment