Elenco di lettura: truffe e truffatori

Questa settimana, in seguito al verdetto di colpevolezza nel processo Sam Bankman-Fried, ho avuto in mente i truffatori.

È forte la tentazione di considerare gli artisti della truffa come supercriminali: mentono, imbrogliano e feriscono persone innocenti mentre si nascondono in bella vista. C’è qualcosa di oscuramente avvincente nel guardare qualcuno scartare le regole e le norme che limitano il resto di noi, come se l’impermeabilità alla vergogna fosse una forma di magia nera.

Ma al di là dei dettagli succosi dell’illecito, c’è una storia ancora più interessante, perché la vera abilità dei truffatori è intuire i contorni precisi di ciò che le altre persone desiderano. Le truffe sono come specchi magici dei veri desideri delle persone, che mostrano le cose a cui non possono resistere. E leggere di quelli di successo è come dare una sbirciatina a ciò che lo specchio ha rivelato.

In “The Confidence Game”, Maria Konnikova approfondisce la psicologia di come i truffatori percepiscono le nostre insicurezze e le usano per fare promesse a cui i loro bersaglio cercano disperatamente di credere. A volte sembra che non ci siano limiti a questo potere: in un memorabile aneddoto tratto dal libro, un “chiaroveggente” convinse una madre divorziata in difficoltà a consegnare decine di migliaia di dollari in contanti, semplicemente sostenendo che “l’esercizio di lasciare andare” di ricchezza” avrebbe portato il successo professionale e le relazioni amorose che la donna desiderava disperatamente.

Nelle frodi finanziarie, la promessa fondamentale è sempre essenzialmente la stessa: profitto senza rischi. Ma i dettagli su come questa promessa viene confezionata sono eloquenti.

Lo schema Ponzi di Bernie Madoff ha funzionato su persone che volevano credere che il denaro e lo status potessero comprare sicurezza: che se fossi uno dei pochi prescelti autorizzati a investire con lui, allora le tue preoccupazioni finanziarie sarebbero finite, per sempre.

See also  Il protocollo DeFi Platypus Finance perde oltre 2 milioni di dollari in un altro attacco di prestito flash: rapporto

Elizabeth Holmes ha offerto qualcosa di simile: una versione cargo-cult della cultura delle start-up per gli investitori che non capivano la tecnologia ma volevano comunque condividere la ricchezza della Silicon Valley – e sentirsi brillanti come le persone che avevano visto le prime promesse in Apple. o Google. “Bad Blood”, di John Carreyrou, descrive in dettaglio come i suoi investitori fossero così disperati da credere in lei e, per estensione, secondo il loro buon senso, da ignorare gli avvertimenti di scienziati, dipendenti e persino dei loro stessi familiari.

In America, negli ultimi decenni, le pretese di meritocrazia sono state utilizzate per giustificare la crescente disuguaglianza, con la conseguenza che essere ricchi è spesso trattato come un segno di intelligenza e valore personale, mentre essere poveri è spesso visto come un fallimento personale o addirittura morale. Madoff e Holmes trassero profitto promettendo ricchezza e riconoscimento alle élite che temevano che non averne abbastanza dell’uno significava che non avrebbero potuto davvero avere l’altro.

Bankman-Fried, al contrario, sembra essersi inventato per realizzare un desiderio molto diverso: il successo al di fuori dei confini delle potenti istituzioni. Come spiega Zeke Faux in “Number Go Up”, il suo avvincente libro sull’ascesa e la caduta della criptovaluta, Bankman-Fried, che è stato condannato la scorsa settimana per sette capi d’accusa di frode e cospirazione, si è presentato come un genio degli affari prodigioso che aveva guadagnato miliardi di dollari senza dover lavorare per un capo, seguire le convenzioni sociali o addirittura indossare pantaloni lunghi. In retrospettiva era una proposta perfetta per gli speculatori di criptovaluta che volevano credere che anche loro avrebbero potuto fare fortuna senza alcun background o connessione finanziaria tradizionale.

See also  Reddit riduce i punti della community basati su Blockchain e i token relativi al cratere

Bankman-Fried lo ha abbinato a un personaggio diverso per le élite politiche e mediatiche, in particolare a sinistra: quello del miliardario oggettivamente altruista. La sua dedizione pubblica all’“altruismo efficace”, un movimento che richiede massicce donazioni di beneficenza al fine di fare il massimo bene per il maggior numero di persone, implicava che fosse vincolato da standard apolitici che avrebbero sostituito qualsiasi agenda partigiana.

Non è difficile capirne l’attrattiva: un politico, un gruppo no-profit o un media che prende soldi da un miliardario per perseguire le sue priorità sembra transazionale e forse addirittura corrotto. Ma prendere soldi da un miliardario per perseguire oggettivamente corretto priorità senza essere legati ad altre forze politiche o alle pressioni del mercato sembra improvvisamente virtuoso.

Il denaro più la convalida, a quanto pare, è una combinazione a cui poche persone possono resistere.


Rebecca Buiter, una lettrice nei Paesi Bassi, consiglia “Fine Just the Way It Is” di Annie Proulx:

Il racconto Them Old Cowboys Songs mi ha dato una nuova visione di cosa significhi veramente l’amore. Un po’ tardi nella vita a 63 anni.

Charlotte Blessing, una lettrice negli Stati Uniti, consiglia “Pulling the Chariot of the Sun” di Shane McCrae:

Il libro di memorie è inquietante, personale, sconvolgente e meravigliosamente scritto in prosa. Durante l’intera lettura ho sentito che lo scrittore era seduto accanto a me raccontando la sua straordinaria storia d’infanzia. È una storia vera sul razzismo e sui privilegi dei bianchi, sulla sopravvivenza e sullo spirito umano. Il mio libro preferito dell’anno.


Grazie a tutti coloro che hanno scritto per raccontarmi quello che state leggendo. Per favore continuate ad arrivare con le proposte!

See also  La RBI pubblicherà oggi la dichiarazione di politica monetaria, probabile pausa nel tasso dei pronti contro termine

Voglio sapere quali sono le tue cose preferite che hai letto (o guardato o ascoltato) quest’anno.

Se vuoi partecipare puoi compilare questo modulo. Potrei pubblicare la tua risposta in una futura newsletter.

Leave a Comment