I tassi di lavoro da casa scendono ai livelli più bassi dalla pandemia negli Stati Uniti

Le pressioni dei datori di lavoro per riportare le persone in ufficio sembrano funzionare

Contenuto dell’articolo

La spinta dei datori di lavoro per riportare i lavoratori americani in ufficio sembra funzionare.

Meno del 26% delle famiglie degli Stati Uniti ha ancora qualcuno che lavora da remoto almeno un giorno alla settimana, un netto calo rispetto al picco del 37% di inizio 2021, secondo i due ultimi Census Bureau Household Pulse Surveys. Secondo i dati, solo sette stati più Washington, DC, hanno un tasso di lavoro a distanza superiore al 33%, in calo rispetto a 31 stati e DC nel mezzo della pandemia.

Pubblicità 2

Contenuto dell’articolo

Contenuto dell’articolo

L’inversione di rotta riflette la continua pressione di molti datori di lavoro per far ritornare il personale negli uffici. I dipendenti remoti sono stati accusati di diminuire i profitti e costare miliardi alle città, e i timori di una recessione hanno eroso la loro capacità di richiedere i vantaggi del telelavoro ottenuti all’inizio della pandemia, quando il mercato del lavoro era decisamente a loro favore. Alcune aziende, come Goldman Sachs Group Inc., si aspettano ora il ritorno a cinque giorni in ufficio, anche se abbondano i disaccordi all’interno del consiglio d’amministrazione: quasi tre organizzazioni su quattro vedono l’RTO come l’argomento che più probabilmente fomenterà conflitti di leadership.

A livello statale, i dati mostrano che tutti e 50 i paesi hanno visto i tassi di lavoro da casa scendere rispetto ai massimi raggiunti dalla pandemia. Ma la disuguaglianza nei tassi di declino suggerisce che la tendenza non ha una spiegazione coerente, ed è invece il risultato di un miscuglio di fattori migratori, socioeconomici, di genere e di razza, e forse anche politici: gli stati democratici tendono ad avere tassi di declino più elevati. tassi di lavoro a distanza rispetto a quelli repubblicani.

Tariffe per il lavoro da casa

Un esempio della complessità: gli stati i cui tassi di lavoro a distanza sono diminuiti di circa la metà, fino a raggiungere i minimi post-pandemia, includono il Mississippi e la Louisiana, che non sono stati in grado di abbracciare ampiamente il lavoro a distanza a causa della dipendenza da industrie come la produzione e il lavoro a distanza. petrolio e gas, ma anche altri stati dai colletti bianchi che lo hanno accolto favorevolmente, come la California e il Connecticut.

See also  OpenAI, società madre di ChatGPT, cerca una valutazione di 86 miliardi di dollari

Contenuto dell’articolo

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

I lavoratori di New York City sono fuggiti durante la pandemia in città come Greenwich, nel Connecticut, determinando un boom delle vendite di case e dei tassi di lavoro a distanza. Ora, potrebbero non tornare indietro, ma stanno facendo i pendolari verso la città. Mentre il tasso di lavoro da casa nel Connecticut è sceso – al 28% rispetto al picco del 46% registrato all’inizio del 2021 – il numero medio di passeggeri lungo le linee ferroviarie Metro-North che collegano lo stato a New York City e ai suoi uffici è aumentato – a un picco di circa il 70% rispetto ai livelli pre-pandemia, rispetto al solo 20% all’inizio del 2021.

“Le persone hanno abbandonato New York City, non vendono le loro case per tornarci”, ha detto Bill Raveis, fondatore della William Raveis Real Estate Inc. con sede nel Connecticut. “Stanno qui e stanno apportando i loro adattamenti alla comunità.”

Gli ultimi dati del censimento sottolineano inoltre che la domanda di posti di lavoro a distanza da parte dei dipendenti sta superando il numero di aziende che li offrono. In 157 delle più grandi aree metropolitane degli Stati Uniti, più della metà delle domande di lavoro riguardavano ruoli completamente remoti o ibridi ad agosto, secondo i dati di LinkedIn generati per Bloomberg, ma le offerte per tali lavori sono diminuite dall’inizio del 2022, secondo i dati di Indeed. Inc. mostra. In Colorado – ampiamente considerato un paradiso per il lavoro da casa e uno dei pochi stati che ha mantenuto un tasso superiore a un terzo – il 76% delle domande di lavoro a Colorado Springs riguardavano ruoli completamente remoti o ibridi in agosto, secondo i dati di LinkedIn. ha mostrato.

See also  Arrestato un uomo peruviano con l'accusa di aver minacciato di bomba quando minorenni si erano rifiutati di inviargli materiale pedopornografico

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

Alcune aree stanno sfruttando questa scarsità. L’Alabama, con un tasso di lavoro da casa di appena il 15% secondo i dati Pulse, offre 10.000 dollari ai lavoratori remoti che si trasferiscono nell’area nord-occidentale dello stato di Shoals. Quest’anno il programma ha attirato circa lo stesso numero di domande che in tutto il 2021 e il 2022 messi insieme, circa 3.400.

Storie correlate

Tutti i 50 stati impallidiscono rispetto alle aree metropolitane delle loro città più grandi. A Washington, DC, dove i burocrati governativi sono restii a tornare nei propri uffici, il tasso di lavoro a distanza è superiore al 50%, mostrano i dati. Allo stesso modo, Seattle, Boston e San Francisco avevano tutte tassi vicini o superiori al 40%. Secondo la società di sicurezza Kastle Systems International LLC, la presenza media negli uffici in 10 grandi città degli Stati Uniti rimane circa il 50% dei livelli pre-pandemia, non superiore a quella dell’inizio del 2023.

—Con l’assistenza di Gabriel Sanchez.

Bloomberg.com

Contenuto dell’articolo

Commenti

Postmedia si impegna a mantenere un forum di discussione vivace ma civile e incoraggia tutti i lettori a condividere le loro opinioni sui nostri articoli. I commenti potrebbero richiedere fino a un’ora per la moderazione prima di essere visualizzati sul sito. Ti chiediamo di mantenere i tuoi commenti pertinenti e rispettosi. Abbiamo abilitato le notifiche via email: ora riceverai un’email se ricevi una risposta al tuo commento, se c’è un aggiornamento in un thread di commenti che segui o se un utente che segui commenta. Consulta le nostre Linee guida della community per ulteriori informazioni e dettagli su come modificare le impostazioni e-mail.

Leave a Comment