Uno sguardo alla seconda settimana del processo Bankman-Fried

La seconda settimana del processo per frode contro l’ex CEO di FTX Sam Bankman-Fried è stata composta principalmente dalle testimonianze del braccio destro Gary Wang, co-fondatore di FTX e capo della tecnologia, e Caroline Ellison, ex CEO della società sorella di FTX Alameda Research and Bankman -L’ex fidanzata di Fried.

La settimana è iniziata con Wang, che ha testimoniato la settimana scorsa di aver scritto un codice per consentire ad Alameda di attingere ai fondi dei clienti di FTX sotto la direzione di Bankman-Fried.

Parte della sua testimonianza si riferiva a un tweet che Bankman-Fried aveva pubblicato giorni prima della dichiarazione di fallimento di FTX, in cui diceva: “FTX sta bene. Le risorse vanno bene.”

A quel tempo, FTX stava vivendo una corsa agli sportelli.

Wang ha detto al pubblico ministero che il tweet era “fuorviante” a seconda di come viene definito il “patrimonio”, perché FTX non aveva abbastanza denaro liquido per soddisfare i prelievi dei clienti, secondo il Wall Street Journal.

Venerdì scorso, Wang aveva anche testimoniato che FTX ha ingannato i clienti affermando quanto esisteva in un fondo assicurativo progettato per proteggere le perdite degli utenti in caso di improvvisi movimenti del mercato.

Wang, secondo Cointelegraph, ha affermato che il valore effettivo del fondo è spesso insufficiente a coprire le perdite dei clienti. La cifra dichiarata pubblicamente di avere, ha affermato Wang, è stata calcolata moltiplicando “il volume degli scambi giornalieri del token FTX per un numero casuale vicino a 7.500”.

Wang ha anche discusso della dichiarazione di colpevolezza per le accuse federali legate al crollo multimiliardario di FTX. Lui ed Ellison, che testimoniò successivamente, si dichiararono entrambi colpevoli di molteplici accuse a dicembre.

See also  Piramal ottiene un premio per i crediti inesigibili residui di Rs 531 crore

Ellison è salito sul banco dei testimoni martedì ed è rimasto sul banco per tutta la settimana.

Poco dopo aver preso posizione martedì, ha ammesso di aver commesso crimini tra cui frode, associazione a delinquere per commettere frode e riciclaggio di denaro. Parlando di Bankman-Fried, ha detto: “Mi ha ordinato di commettere questi crimini”, secondo il Wall Street Journal.

Ellison ha testimoniato che l’utilizzo da parte di Alameda dei fondi dei clienti FTX per coprire il proprio deficit è stata in definitiva una decisione di Bankman-Fried.

Secondo Reuters, Alameda ha utilizzato per la prima volta la sua linea di credito FTX da 65 miliardi di dollari, che attingeva ai fondi dei clienti, nel 2021, quando voleva rilevare la partecipazione di Binance in FTX.

Bankman-Fried era diventato diffidente nei confronti di Binance, che era uno dei primi investitori in FTX ma anche un concorrente.

Era preoccupato che “Binance potesse fare cose per creare problemi a FTX”, ha detto Ellison, secondo Reuters.

Un periodo di volatilità nel mercato delle criptovalute ha spinto diversi istituti di credito che avevano originariamente concesso ad Alameda prestiti a tempo indeterminato, che potevano essere revocati in qualsiasi momento, a ordinare ad Alameda di restituire i loro soldi, ha riferito Axios.

Bankman-Fried ha ordinato a Ellison di ripagare i prestiti, secondo The Guardian, ed Ellison ha testimoniato di “aver capito che mi stava dicendo di utilizzare i fondi dei clienti FTX per ripagare i nostri prestiti”.

Uno degli istituti di credito che ha ritirato i prestiti è stato Genesis, che ha chiesto 500 milioni di dollari nel giugno 2022.

See also  NatWest colpito dal taglio delle prospettive e dall'indagine su Nigel Farage

All’epoca, ha testimoniato Ellison, il valore patrimoniale netto di Alameda era di circa 6 miliardi di dollari, ma quella cifra era probabilmente gonfiata dalla presenza di FTT (il token nativo di FTX, che non poteva vendere senza incidere gravemente sul valore di mercato del token) in bilancio. Le passività totali di Alameda all’epoca ammontavano a 14,9 miliardi di dollari, ha detto.

Genesis ha chiesto di vedere il bilancio di Alameda, cosa che ha “stressato” Ellison, ha testimoniato, secondo Blockworks.

“Volevo rassicurarli… ma il fatto era… che avevamo preso in prestito di più dai clienti FTX”, ha detto.

Per sedare le preoccupazioni di Genesis, ha falsificato sette diversi bilanci finché Bankman-Fried non ne ha approvato uno da condividere con il creditore, ha detto.

“Non volevo essere disonesto, ma non volevo nemmeno che sapessero la verità”, ha testimoniato Ellison.

Sebbene fosse CEO di Alameda, Ellison ha testimoniato che Bankman-Fried, che ha creato la società prima di creare FTX, ha preso tutte le decisioni. “Qualsiasi decisione importante” doveva essere presa attraverso lui, ha detto.

Ellison ha anche rivelato che, anche in qualità di amministratore delegato, non deteneva partecipazioni nell’azienda. Lo ha richiesto quando ha preso il timone, ma ha detto che Bankman-Fried glielo ha detto “era troppo complicato”, secondo Blockworks.

Zac Prince, CEO della fallita società di criptovaluta BlockFi, ha testimoniato venerdì mattina.

Secondo The Block, ha attribuito parte della colpa del fallimento della sua azienda al crollo di FTX e Alameda.

Leave a Comment